Accertamenti in corso su accessi e insegne pubblicitarie sulle strade provinciali


Il Libero Consorzio Comunale di Agrigento sta eseguendo una fitta serie di accertamenti lungo alcune strade di competenza del Libero Consorzio Comunale di Agrigento.

cartellone-abusivo

In particolare, il Settore Infrastrutture Stradali sta effettuando il censimento degli accessi dai tracciati stradali a fondi privati, oltre che ai fini fiscali, anche per verificarne l’effettiva rispondenza ai criteri generali di sicurezza della circolazione e per prevenire danni alla sede stradale, considerato che spesso, in occasione di eventi di pioggia, una certa quantità di fango e detriti proveniente dai terreni agricoli si riversa sulle carreggiate.

Nella prima fase si è proceduto ad effettuare il rilievo videofotografico con una videocamera dotata di GPS (utile alla registrazione delle coordinate geografiche), in modo da ottenere la visione frontale degli accessi su entrambe le direzioni di marcia. Nella seconda fase invece sono stati identificati tutti gli accessi mediante una scheda nella quale sono stati riportati coordinate geografiche, coordinate lineari, planimetria, fotografia dell’accesso e visura catastale. Le schede saranno trasmesse ai capicantonieri per reperire gli indirizzi dei vari proprietari sia sul posto che negli uffici anagrafe dei rispettivi Comuni.

Si tratta di un corposo lavoro che il Settore Infrastrutture Stradali sta portando avanti, nonostante le ben note difficoltà finanziarie dell’ex Provincia Regionale, su direttiva del Commissario Straordinario dr. Roberto Barberi. Lo scopo, oltre al controllo della sicurezza degli accessi, è anche quello di verificare una possibile elusione delle tasse di concessione dovute al Libero Consorzio per l’apertura degli accessi o l’evasione delle stesse.

Anche la Polizia Provinciale sta verificando la situazione delle concessioni lungo le strade provinciali, in particolare quelle relative alle insegne pubblicitarie, soggette anch’esse, com’è noto, al pagamento di una tassa annuale da parte dei titolari di attività produttive poste lungo i percorsi stradali.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.