Agricoltura. Caracappa chiede incontro con ass.re reg. Cracolici: “Tanti temi ancora da risolvere”


L’assessore vicensindaco Silvio Caracappa ha chiesto oggi un incontro all’assessore regionale Antonello Cracolici per discutere delle problematiche ancora irrisolte del comparto agricolo.

agricoltura-trattori

Il vicesindaco ha formalmente inviato una lettera spiegando che: “Nonostante il generoso impegno, ritengo che sono tanti i temi ancora da risolvere ed a cui dare le doverose risposte. Fra questi appare preoccupante la vicenda che riguarda l’andamento e la corretta funzionalità dei Consorzi di Bonifica.

Nessuna novità sulla questione dei canoni irrigui pregressi, nessuna notizia certa sui canoni che gli agricoltori dovranno pagare per la prossima stagione e stante le ultime notizie riferitemi crescono i malumori dei dipendenti dell’Ente ( Consorzio di Bonifica Agrigento 3) costretti alla mancata riscossione di più mensilità.

Tale stato di incertezza determina un empasse gravissimo che, se non intercettato, rischia di esplodere prima ancora dell’arrivo della prossima stagione irrigua. Nonostante qualche mese fa da parte della politica regionale erano stati promessi dei segnali concreti nei confronti della vicenda dei canoni irrigui, ad oggi non mi pare che la questione sia superata ma temo che proprio tali ultime notizie rischiano di fare degenerare l’andamento interno, con risvolti che potrebbero anche comportare una certa tensione sociale. Si attendono ancora notizie concrete sul finanziamento di circa 3 milioni di euro, non si comprende quale sia stata la divisione di tali somme e se questa sia già avvenuta.

Il mondo agricolo nelle nostre parti – spiega il vicesindaco Caracappa all’ass. regionale Cracolici – sta vivendo un periodo di disagio storico e questo stato di incertezza rispetto a temi fondamentali legati al comparto non fa che alimentare ulteriori paure fra gli stessi agricoltori che stressati richiedono il giusto sostegno.

Inoltre rispetto a quanto da Lei pronunciato mesi fa sulla possibilità di un valido aiuto da parte dell’ESA sui lavori di pulizia delle strade rurali e dei valloni ritengo che poco o quasi nulla è stato fatto sino ad oggi e pertanto mi auguro che l’incontro servirà anche per ricevere determinate garanzie su quest’ultimo tema.

Con l’arrivo della stagione invernale, il nostro territorio presenta delle situazioni preoccupanti con torrenti e valloni in più zone della città intasati da erbacce e cespugli vari. A mio modesto parere va organizzato un lavoro migliore con interventi più radicali che interessino le zone maggiormente più a rischio.

Va garantita una diversa e più costante difesa del territorio, occorre ricostituire gli equilibri idrogeologici e occorre procedere anzitempo con una serie di interventi di miglioria e di bonifica. La stagione invernale è oramai alle porte e personalmente sono molto preoccupato delle condizioni presentate da molte zone rurali della città”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.