Agrigento. Immigrato molesta ragazzina, lo zio interviene e viene accoltellato. L’aggressore fugge ed è ricercato

Un 40enne è stato accoltellato da un immigrato per avere difeso la nipotina importunata pesantemente da un immigrato

Foto archivio

È accaduto sabato pomeriggio scorso  nei pressi di piazza Aldo Moro, alle spalle di Porta di Ponte, ad Agrigento. Un immigrato, uno tanti che bivaccano nella città dei templi ormai invasa da clandestini e per questo divenuta invivibile, ha preso di mira una ragazzina, importunandola con frasi pesantissime ed inequivocabili.

Nei pressi però c’era lo zio 40enne, che come avrebbe fatto qualunque parente, è intervenuto per allontanare il clandestino. Ne è nata un’accesa discussione con i toni che piano piano sono diventati esasperati. Ad un certo punto l’extracomunitario ha estratto un coltello dalle tasche ed ha colpito il quarantenne alla coscia, poi è fuggito facendo perdere la sue tracce.

Il trambusto ha attirato l’attenzione dei poliziotti della sezione Volanti della Questura, sempre presenti in zona, che hanno iniziato a rastrellare le miriadi di viuzze del centro storico, ma dell’immigrato nessuna traccia.

Lo zio della ragazzina ferito,  è stato soccorso da un’autoambulanza del 118 che lo ha trasferito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” della città, dove i medici gli hanno suturato la ferita alla coscia con diversi punti.

Adesso è caccia al fuggitivo, ma le speranze di trovarlo sono legate alle telecamere di sorveglianza della zona, che si spera possano avere ripreso il volto del clandestino accoltellatore.

Lascia un commento