Agrigento, nate altre 41 tartarughine marine in Contrada Cannatello: ennesimo miracolo della natura

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Altre 41 piccole tartarughe marine, Caretta caretta, sono uscite dal nido di Contrada Cannatello ad Agrigento

I volontari, che dal 10 agosto sorvegliano il nido, hanno lanciato l’avviso al gruppo del WWF quando hanno cominciato ad osservare la nascita delle prime tartarughine.

È stato un susseguirsi di bellezza e tenerezza, l’osservazione delle piccole teste, seguite dai carapaci, con le pinne a farsi largo nella ruvida sabbia alla conquista della libertà, della vita e del mare. Alla fine ne sono state contate 41.

Si è come avuta la consapevolezza di trovarsi di fronte all’ennesimo miracolo della natura.

I volontari e gli operatori dei Progetti Tartarughe ed EuroTurtles WWF si sono immediatamente recati sul posto per organizzare e coordinare quanto necessario alla messa in sicurezza del sito, mentre venivano informati la Guardia Costiera e la Ripartizione Faunistica.

Per tutta la mattinata è stato un viavai di residenti che in un modo o nell’altro avevano partecipato nei giorni scorsi al monitoraggio e che hanno potuto assistere per la prima volta nella loro vita alla nascita delle tartarughine.

Nelle prossime ore e nei prossimi giorni si attende la schiusa dei fratellini di queste prime tartarughine, che qualcuno ha voluto femmine perché sembra che così sia anche in natura.

Si spera che escano dal nido un’altra sessantina di piccole Caretta caretta, visto che il carico di uova di un nido ammonta quasi sempre a circa 100.

Sarà festa, sarà gioia, sarà il trionfo della tenerezza che la natura ci regala per ricordare al mondo la fragilità nel sistema planetario e biologico di cui la tartaruga marina rappresenta la sintesi ideale di concepimento della tenerezza.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Agrigento. Ordine degli architetti all’incontro “Rigenerazione urbana La nuova riforma dopo 40 anni” Successivo Sciacca. La polizia municipale sequestra un fabbricato sopraelevato in C. Da Maurici

Lascia un commento