Agrigento. Ripescato nella notte il corpo senza vita del 25enne disperso in mare da ieri

È stato ripescato nella notte il cadavere del 25enne disperso in mare da ieri pomeriggio

 

Il corpo senza vita di Raimondo Di Malta, 25 anni, originario di Lampedusa, ma residente a Fontanelle, frazione di Agrigento è stato ritrovato intorno alle 2,10 di questa notte. Il giovane verso le 18 di ieri era andato a Punta Bianca per fare un bagno insieme ad altri due amici. Il gruppetto si è immerso in acqua e a nuoto ha raggiunto uno scoglio chiamato “Pteddra”, che si trova a circa 200 metri di distanza dalla costa.

A quel punto il venticinquenne forse a causa dell’acqua che era molto fredda, si è sentito male, poi secondo quanto è emerso, è sembrato riprendersi e assieme ai suoi amici, si è rituffato per tornare a riva. Ma durante la nuotata Di Malta , secondo quanto raccontato dai suoi stessi amici, ha iniziato ad annaspare ed urlare, per poi sparire nelle acque di Punta Bianca.

Da quel momento è scattato l’allarme e intorno alle 20,30 sono iniziate le ricerche che ha visto impegnati i Vigili del fuoco, i militari della Guardia di finanza e la Capitaneria di porto supportata dall’elicottero del reparto Volo della Guardia costiera di Catania. Ed è stato proprio quest’ultimo che nella notte mentre illuminava l’area, ha individuato il cadavere del giovane, che poi è stato issato sul gommone ed è stato portato alla banchina di Porto Empedocle. La salma dopo il riconoscimento è stata portata all’obitorio di Agrigento

Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento