Alberi davanti al portale del Laurana, Bellanca: “Potatura invasiva”, Monte: “L’albero era marcio”


“Nella gestione del verde pubblico cittadino regna improvvisazione. Dalle buone intenzioni dell’Assessore Salvatore Monte riguardanti la valorizzazione del portale del Laurana che si trova nel complesso monumentale Santa Margherita, si è passati in un batter d’occhio ad un intervento sui due alberi di ficus che definirei brutale e non di potatura”.

alberi-portale

Così oggi il consigliere al civico consesso saccense Filippo Bellanca che interviene sulle modalità dell’intervento con cui sono stati potati gli alberi posti davanti al portale del Laurana del complesso monumentale dell’ ex chiesa di Santa Margherita.

“Il taglio, come si può vedere, è oggetto di critiche e ilarità da parte dei cittadini. – dice Bellanca – Sappiamo bene che questa varietà si riproduce in fretta e che tra un paio di mesi il fogliame sarà di nuovo ampio, ma nel frattempo assistiamo ad azioni che continuano ad essere invasive, fatte senza regole tecniche e senza criteri.

Oltre ai danni per la ripresa vegetativa, che comunque viene modificata, assistiamo ancora una volta al disarmonico sviluppo che tali interventi producono tra l’apparato vegetativo e quello radicale. E tutto questo in una città che si definisce turistica e che continua purtroppo ad affidasi alla improvvisazione.

L’Assessore Monte, ma anche il suo collega con delega al verde pubblico, chiariscano una volta per tutte come vengono gestite queste operazioni e se esiste una programmazione riguardante l’arredo pubblico in città”.

Per dovere di cronaca riportiamo la spiegazione che ieri stesso l’assessore Monte ha fornito sui social per giustificare lo stato in cui si trova l’albero particolarmente colpito dall’intervento di potatura: “l’agronomo comunale mi ha informato che il lavoro non è concluso e che durante le operazioni di potatura si è constatato che molti rami interni erano marci e, dunque, pericolosi per la pubblica incolumità. Attendo, almeno personalmente, la fine dei lavori prima di esprimere un giudizio”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.