Anziano chiama una “squillo”: si presentano in due, lo addormentano e gli svaligiano la casa


Un maturo signore di 65 anni, chiama una donna di facili costumi per fissare un appuntamento per un rapporto sessuale a pagamento.

carabinieri_trapani

La donna però dice di avere degli impegni, così le procura un incontro con una “collega”: Lidia Napoli. La “signora” si presenta all’appuntamento e consuma il rapporto sessuale con l’uomo, poi però, lo addormenta con un sonnifero.

A quel punto con l’anziano “dormiente”, seguendo le indicazioni che gli aveva fornito Rosa Mazza, la meritrice, trova la chiave della cassaforte e si porta via il contenuto: un orologio da donna in oro bianco, 3.500 euro in contanti, un fucile marca Carl Gustav Stads, una carabina Winchester, un fucile a pompa Wossberg Combo ed una pistola giocattolo.

mazza-rosa
Rosa Mazza

Infine carica tutto sull’autovettura del pensionato, al quale prende anche il cellulare, con lo scopo di ritardare la richiesta di aiuto che sicuramente l’uomo avrebbe fatto al suo risveglio.

Secondo le indagini degli inquirenti, partite a seguito della denuncia presentate dal pensoniato, con la descrizione dettagliata delle due “squillo”, le due donne avrebbero pianificato il colpo nei particolari.

I carabinieri hanno quindi arrestato Lidia Napoli di 40 anni e Rosa Mazza di 34 anni per rapina ai danni di un pensionato di Castelbuono (Pa).

L’ordinanza è stata firmata dal gip del Tribunale di Termini Imerese. Le due donne si trovano agli arresti domiciliari.

 


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti