Bagheria. Fiera della biodiversità alimentare: “festa del decennale della Mediterranea, patrimonio dell’Unesco”

Relatore al convegno del 4 ottobre sulle “Strategie del Turismo Sostenibile ed enogastronomico” il giornalista Giacomo Glaviano, presidente della Fijet Italia

A Villa Palagonia di Bagheria, su iniziativa dell’Associazione “La Piana d’Oro” dal 3 al 5 ottobre si celebra la messa in scena di un “dialogo collettivo”, evento realizzato grazie all’utilizzo di “nuove piattaforme di incontro e comunicazione” per promuovere sviluppo sostenibile e integrato. Tutto ciò sarà possibile attraverso l’utilizzo sapiente delle TIC e dei Social Media che “permetteranno l’accesso a tutta la Comunità” superando i limiti imposti dalle misure precauzionali del COVID 19.

Il nostro obiettivo è rimasto invariato – sottolinea Francesca Cerami, direttore dell’Istituto per la promozione della Dieta Mediterranea (Idimed): “fare cultura dell’alimentazione” partendo dalle radici della nostra identità/biodiversità Mediterranea. Seguendo il modello di sviluppo sostenibile che ci è caro e perseguendo azioni in grado di salvaguardare l’ambiente, la salute e la legalità, con lo sguardo attento e proteso in avanti verso la ricerca, la tecnologia, il marketing, la comunicazione e l’innovazione. Partecipare alla fiera – aggiunge – significa assumere un ruolo in questo processo, sentire tutto ciò responsabilità comune nella co-costruzione di una nuova civiltà mediterranea”.

Le attività serviranno a promuovere confronti vivi e significativi tra amministratori locali e cittadini, tra esperti ed operatori, tra ricercatori e professori universitari e imprenditori dei diversi settori coinvolti – evidenzia Michele Balistreri, presidente del Comitato Organizzatore della “Piana d’Oro”, non perdendo mai di vista gli obiettivi principali: un territorio biologico e sano, la difesa della salute e la promozione primaria garantita dall’educazione ai corretti stili di vita. Quindi, cultura e tradizione, ambiente e territorio, salute e comunità.
Questi per il comitato promotore sono gli assi portanti di Bio in Sicily che hanno stretto alleanze strategiche tra alcune delle associazioni che, negli ultimi anni, hanno realizzato azioni di promozione e diffusione della cultura del tipico, del biologico e del salutare come strategia di produzione e di marketing per la “crescita reale” dei territori. In particolare, Bio in Sicily, offre un palcoscenico operativo, all’interno della meravigliosa cornice di Villa Palagonia e del suo giardino, che di per sé merita una visita, di alcune delle iniziative più importanti nel settore.

GLI AGRUMI E LA BIODIVERSITA’ AGROALIMENTARE con il “Verdello Fest”, giunto nel 2020 alla IV^Edizione, evento volto alla valorizzazione della produzione del Limone Verdello del comprensorio di Bagheria. Un evento fortemente consolidato di valenza regionale. La manifestazione che celebra dal 2017 il “Limone Verdello” della Piana di Bagheria registra ogni anno un’importante partecipazione di pubblico, contando solo lo scorso anno ben 25mila visitatori. Una crescita del 60 per cento che ha reso vincente la formula che unisce la promozione dei prodotti tipici con la valorizzazione dei beni culturali, coinvolgendo direttamente i produttori locali.
Verdello Fest è promosso dall’associazione “La Piana d’Oro”, la Pro Loco Bagheria “Città delle Ville” con il patrocinio dell’assessorato regionale dell’Agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea, e del Comune di Bagheria.

IL CONNUBIO ALIMENTAZIONE, AMBIENTE E SALUTE con Biodì – Fiera della Biodiversità – coordinata da Idimed e dall’Università di Palermo che nel 2020 taglia il traguardo della VI^ edizione, è una kermesse che mette a confronto aziende agroalimentari, produttori e coltivatori “agrifood” del Mediterraneo, enti pubblici e mondo della ricerca, per promuovere una corretta alimentazione fatta di cibi semplici, rurali e poco trasformati, come quelli tipici della Dieta riconosciuta come modello salutistico e già patrimonio Unesco dal 2010.

CULTURA E INFORMAZIONE con Green & Book I edizione coordinato da Mario Liberto che focalizza l’attenzione sul significato che, assume oggi sempre più, l’editoria enogastronomica nella promozione e valorizzazione del settore. Nel corso dell’evento saranno BIO IN SICILY Segreteria organizzativa Associazione La Piana d’oro Via Fricano n. 7, Cap 90011 Bagheria (PA) email: [email protected] cell. 3332987277 inoltre organizzati due percorsi di formazione tematica per gli operatori: Turismo e Territori ai tempi del Covid 19 (borghi, aree interne …), Social Media come strategia ai tempi del Covid 19 (multicanali, siti, social, …).

LA STRATEGIA DELLA “Condotta Slow Food di Bagheria” e il riconoscimento della comunità slow food dei produttori del limone verdello di Bagheria. Uno step importante che delinea una strategia unitaria e condivisa che conferisce visibilità e riconoscibilità alla valutazione dei consumatori attenti alla qualità del prodotto, al loro legame alla storia di un territorio e all’eticità di valori rappresentati da Slow Food, una grande associazione internazionale no profit impegnata a ridare il giusto valore al cibo, nel rispetto di chi produce, in armonia con ambiente ed ecosistemi, grazie ai saperi di cui sono custodi territori e tradizioni locali.
Bio in Sicily propone quindi una vetrina per le attività legate allo sviluppo territoriale che mette in primo piano l’economia rurale e circolare, la biodiversità e lo sviluppo sostenibile delle aree verdi, la valorizzazione delle produzioni tipiche e storiche del territorio, il valore salutistico del limone verdello e della dieta mediterranea,il turismo sostenibile gastronomico ed esperenziale e il marketing territoriale. Crea una piattaforma concreta, reale e operativa di dialogo tra operatori commerciali i professionisti che operano nel campo del turismo sostenibile, dell’agrifood e delle associazioni che promuovono il territorio, nonché dei soggetti istituzionali, degli enti locali e delle aggregazioni territoriali.

Obiettivo finale: favorire la comunicazione e le relazioni tra i portatori d’interesse al fine di rendere efficace la strategia di marketing integrato, evitando frammentazioni e parcellizzazioni assicurando così la qualità della spesa di promozione del territorio e ancora, esportare ed evidenziare all’esterno l’immagine e il concept territoriale, attraverso la presenza di un novero qualificato di operatori di settore, debitamente selezionati e rappresentativi in ambito nazionale.

Il programma dei tre giorni prevede quindi: La realizzazione di convegni, tavole rotonde, lezioni tematiche, mostre virtuali e presentazioni di libri Il coinvolgimento delle scuole e delle giovani generazioni come testimonial e custodi di una “nuova stagione” di tutela ambientale e protagonisti di un sistema culturale ed economico volta alla rivoluzione verde che pone come priorità il rispetto e la valorizzazione dell’ambiente. La premiazione delle eccellenze produttive legate alla produzione biologica in Sicilia
La cena di gala il giorno di chiusura. Tematiche oggetto dei seminari e delle tavole rotonde Forum regionale sulla strategia di marketing e prospettive di commercializzazione del limone siciliano Turismo sostenibile, enogastronomico ed esperienziale Prodotti tipici e strategia di sviluppo locale Nuova prospettiva della programmazione europea relativamente all’AgriFood e allo sviluppo rurale Marchi di qualità e riconoscibilità del prodotto Biodiversità e Dieta Mediterranea

Nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, l’ingresso sarà contingentato e legato ad un accredito in maniera da controllare il numero dei partecipanti, commisurato fortunatamente agli ampi spazi esterni ed interni di Villa Palagonia, location dell’evento. In ogni caso oltre agli addetti al lavoro e agli invitati (operatori, giornalisti, aziende etc) l’ingresso sarà consentito previa prenotazione attraverso email, sino a esaurimento disponibilità.
Un evento che racchiude in sé altri eventi e li presenta all’intera Comunità per coltivare la speranza nel futuro, per ricominciare, in piena sicurezza a programmare ed operare seguendo una logica bottom-up, sistemica, integrata e partecipata. Un evento che celebra il valore del network, del dialogo, dello scambio, dell’alleanza per lo “sviluppo sostenibile” della nostra amata terra di Sicilia. Tutto ciò sarà possibile solo grazie alla partecipazione attiva di tutti gli uomini e le donne di buona volontà.

PROGRAMMA EVENTO
SABATO 3 OTTOBRE DOMENICA 4 OTTOBRE Convegno 09,30 – 12,00 Forum regionale sulla strategia di marketing e le prospettive di commercializzazione del limone siciliano Strategie del Turismo Sostenibile ed enogastronomico Tavola rotonda 12,15 – 13,30 Prodotti tipici e strategia di sviluppo locale Slow food, Territori e Ambiente Tavola rotonda 15,30 – 16,45 Nuova prospettiva della programmazione europea Salute e Alimentazione Convegno 17,00 – 19,00 Marchi di qualità e riconoscibilità del prodotto Biodiversità e Dieta Mediterranea Presentazione Libri 19,15 – 20,00 Cucina siciliana di popolo e signori” di Ragusa Martino Il maresciallo Bonanno, il maresciallo della mantide” di Roberto Mistretta Mostre virtuali sulla biodiversità 09,30-19,30 Proiezioni a cura di fotografi e artisti Proiezioni a cura di fotografi e artisti Esposizione enogastronomica 09,30-19,30 A cura dei produttori e delle aziende invitate A cura dei produttori e delle aziende invitate Lezioni tematiche 09,30 – 13,30 Turismo e Territori ai tempi del Covid 19 (borghi, aree interne …) Social Media come strategia ai tempi del Covid 19 (multicanali, siti, social, …) LUNEDI’ 5 Ore 20,00 cena di gala
La segreteria organizzativa, allestita dal Comitato promotore, presso l’Associazione La Piana d’oro di Bagheria, sarà disponibile a fornire informazioni e aggiornamenti ai seguenti recapiti: Via Fricano n. 7, Cap 90011 Bagheria (PA), email: [email protected] – cell. 3332987277

Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti