Beni Culturali. 122 maioliche sequestrate dalla Guardia di Finanza: si aggrava il quadro del pensionato saccense

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

Si tratta di un ritrovamento senza precedenti: la Guardia di Finanza ha ritrovato e sequestrato ben 122 maioliche decorative della tomba gentilizia “Virgadamo”.

Le maioliche, considerate beni di interesse storico artistico sono state ritrovate grazie all’attivita’ infoinvestigativa delle fiamme gialle volta alla tutela del patrimonio artistico e culturale che, nel mese scorso, avevano già ad individuato e sequestrato numerosi reperti archeologici di eta’ bizantina detenuti illegalmente nella casa di un medico pensionato saccense.

A coordinare le indagini dei militari della GdF, il capitano Luigi Carluccio, che basandosi su un furto avvenuto intorno al 2000 nel cimitero monumentale di Burgio ha ricostruito i possibili spostamenti delle opere funerarie e per questo è stato possibile ritrovare le altre numerose componenti maioliche della tomba “Virgadamo” che insieme al materiale gia’ sequestrato alcune settimane fa, compongono il mosaico ornamentale che era apposto sull’intera facciata del monumento funebre.

Sul monumento in questione, oltretutto, grava un decreto di tutela della Sovrintendenza ai Beni Culturali di Agrigento. Tutte le attività sono state coordinate dal procuratore della Repubblica Roberta Buzzolani e dal sostistuto procuratore Christian Del Turco.

Adesso il quadro del medico pensionato si aggrava e l’accusa per lui è dei reati di ricettazione e impossessamento illecito di beni appartenenti allo Stato.

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Precedente Il tribunale blocca le adozioni dei figli della riberese Daniela Musso: “Combattiamo per i nostri figli... grazie a tutti”. Successivo Anniversario strage di Capaci: deposta dai Vigili Urbani corona di fiori al cippo di Piazza Lombardo