Crea sito

Caltabellotta (Ag) verso la Zona Rossa. Sindaco aumenta restrizioni e vieta stazionamenti

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anche il piccolo comune montano di Caltabellotta verso una probabile “Zona Rossa”, intanto il sindaco corre ai ripari ed emana ordinanza per vietare stazionamenti ed assembramenti

Neppure i centri montani possono dirsi al sicuro in tempi di Covid, per questo il sindaco di Caltabellotta Calogero Cattano ha firmato un’ordinanza con la quale dispone il divieto di ogni forma di stazionamento nelle strade e/o piazze; il divieto di consumazione di alimenti e bevande all’aperto nei luoghi pubblici ed è obbligatorio fare al massimo una spesa al giorno, una persona per nucleo familiare.

Il motivo dell’ordinanza la spiega lo stesso primo cittadino: “Il comportamento accentuatosi negli ultimi giorni, risulta totalmente incomprensibile al cospetto di un’evidente escalation di contagi in Provincia, ma purtroppo anche a Caltabellotta. La situazione è particolarmente grave ed è evidente che la nostra comunità sta attraversando la fase più difficile dall’inizio della pandemia.”

Il piccolo centro montano, di fatto in questi ultimi giorni ha raggiunto il picco di contagi con 16 positivi: “I dati ufficiali – spiega ancora il Sindaco – non registrano al momento un incremento preoccupante, ma se fino a lunedì i casi riguardavano un unico focolaio ristretto, i nuovi casi potrebbero interessare altri nuclei familiari, apparentemente scollegati rispetto ai precedenti casi”.

Cattano ha infine precisato che: “ Di concerto con l’Asp saranno prese le decisioni più opportune già nelle prossime ore. È evidente che per alcuni, i messaggi e gli avvertimenti non sono bastati e quindi si utilizzerà il pugno duro”.

Il Sindaco Cattano ordina a partire da oggi 01 aprile 2021 in tutto il territorio del Comune di Caltabellotta:

Il divieto di ogni forma di stazionamento nelle strade e/o piazze non connesso a comprovare esigenze previste dalle vigenti disposizioni, al fine di evitare ogni forma di assembramento nelle aree pubbliche o nelle vicinanze di esercizi commerciali, ufficiali o altri luoghi;
Il divieto di consumazione di alimenti e bevande all’aperto nei luoghi pubblici o aperti al pubblico, per l’intera giornata (dalle ore 00:00, alle ore 24:00 ;
è fatto obbligo ai proprietari e/o gestori di bar, pasticcerie o qualunque altro esercizio di somministrazione dj cibi e bevande, di rimuovere permanentemente qualunque arredo (in particolar modo: sedie e tavoli); posti sia all’interno che all’esterno dei suddetti esercizi;
è fatto obbligo di attenersi, per l’acquisto dei prodotti alimentari, al massimo di una spesa al giorno e una persona per nucleo familiare.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Valeria Tornambè

Pubblicato da Valeria Tornambè

Valeria Tornambe' nata a Sciacca il 27/07/1990 (AG); studentessa universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo; lavorato presso la Sicom di Sciacca e collaboratrice della testata giornalistica Fatti & Avvenimenti. Da sempre con una passione innata e sfrenata per la scrittura. Scrivere fa bene all'anima, rilassa la mente, aiuta la memoria, mette in ordine i pensieri e fa bene all'umore. Infatti basta prendere in mano una penna e un foglio per far volare in alto la nostra anima, immergendoci dunque in un mondo idilliaco, "tutto nostro " e interagendo con il nostro "io interiore" , vero e profondo. Scrivere è leggere in se stessi, libera l'anima ed è assolutamente gratis! Del resto: che mondo sarebbe senza la scrittura? Un mondo assolutamente privo di sentimenti, di cultura e di amore. La scrittura ci rende essere speciali, unici e ci apre la porta verso la felicità. Coniato il mio motto: "la scrittura è vita."

Lascia un commento