Crea sito

Caltabellotta. Il Sindaco Cattano fa il bilancio di un anno di attività e dei progetti futuri della sua giunta

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il programma che sta attuando l’Amministrazione comunale si fonda principalmente sull’agricoltura e sul turismo mediante un finanziamento di un milione e duecentomila euro e con la preparazione di 12 progetti di strade rurali

Questa mattina il Sindaco di Caltabellotta Calogero Cattano in un’intervista rilasciata ai nostri microfoni ha fatto un bilancio delle attività svolte dalla sua giunta a poco più di un anno dal suo insediamento. Cattano ha spiegato i dettagli del suo programma affermando le notevoli novità apportate sia in campo agricolo e sia sul turismo.

Sull’agricoltura il sindaco ha spiegato che: “L’Amministrazione sin da subito ha ottenuto un finanziamento di un milione e duecentomila euro che sono stati destinati alla progettazione di 12 strade rurali”.

“L’agricoltura è la fonte principale di reddito per Caltabellotta – ha aggiunto il Sindaco– mediante il possesso di due milioni di piante di ulivo che costituiscono il reddito principale per i caltabellottesi”. Cattano poi ha spiegato che: “L’obiettivo primario dell’Amministrazione è quello di garantire la fruibilità delle strade di campagna; l’accessibilità ai fondi lavorando sulle strade interpoderali”.

Il Sindaco ha poi illustrato il piano turistico per mezzo del quale vuole “Portare Caltabellotta a un livello elevato incrementando il flusso dei visitatori, con il decoro urbano e completando in campo edile la costruzione del muro di Via Bonfiglio e Via Fontanelle; mettendo in sicurezza anche il costone San Pellegrino; intervenendo anche mediante impianti di illuminazione; lavorando sulla messa in sicurezza delle strade di Caltabellotta e valorizzando i quartieri e i cortili del centro montano”.

Infine Cattano ha parlato di scuola: “ Ci siamo dedicati alla nascita della nuova cucina comunale garantendo pasti caldi ai bambini della scuola primaria e dell’infanzia dell’istituto scolastico di Sant’Agostino”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Valeria Tornambè

Pubblicato da Valeria Tornambè

Valeria Tornambe' nata a Sciacca il 27/07/1990 (AG); studentessa universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo; lavorato presso la Sicom di Sciacca e collaboratrice della testata giornalistica Fatti & Avvenimenti. Da sempre con una passione innata e sfrenata per la scrittura. Scrivere fa bene all'anima, rilassa la mente, aiuta la memoria, mette in ordine i pensieri e fa bene all'umore. Infatti basta prendere in mano una penna e un foglio per far volare in alto la nostra anima, immergendoci dunque in un mondo idilliaco, "tutto nostro " e interagendo con il nostro "io interiore" , vero e profondo. Scrivere è leggere in se stessi, libera l'anima ed è assolutamente gratis! Del resto: che mondo sarebbe senza la scrittura? Un mondo assolutamente privo di sentimenti, di cultura e di amore. La scrittura ci rende essere speciali, unici e ci apre la porta verso la felicità. Coniato il mio motto: "la scrittura è vita."