Caltabellotta. “Relazione annuale approvazione del bilancio”: Opposizione chiede al Sindaco di riferire in Aula

Il Gruppo Consiliare Liberamente chiede al Sindaco, al Presidente del Consiglio e al Segretario generale: “La relazione scritta ai sensi dell’art. 21, del regolamento comunale, sulla mancata presentazione al Consiglio Comunale della relazione annuale del Sindaco”

“ Da quando si è insediata nel nostro Comune la nuova giunta comunale, – scrivono in una nota i Consiglieri comunali Paolo Segreto, Vito Marsala , Giuseppe Zito e Gaspare Sala –  non ha mai presentato la predetta relazione, violando le leggi vigenti in materia. Premesso che il bilancio di previsione è un documento di pianificazione economica e programmazione politica, che deve essere approvato annualmente dal Consiglio comunale, su proposta della Giunta”.

E ancora aggiungono: “ È un dovere da parte del Sig. Sindaco, presentare annualmente al Consiglio Comunale una relazione riassuntiva e che la stessa presentazione non sia solamente un atto formale previsto dalla Legge; ma costituisce un ulteriore mezzo attraverso il quale si porta a conoscenza dei cittadini lo stato di attuazione del programma di governo presentato agli elettori, in occasione delle ultime elezioni amministrative”.

È accertato – conclude l’opposizione – che si “Configura come un indispensabile strumento di conoscenza e di controllo che deve essere fornito al Consiglio Comunale e alla cittadinanza”.

Infine i Consiglieri Segreto, Marsala, Zito e Sala: “ Chiedono di: conoscere i motivi per i quali, ad oggi, la Giunta Comunale non ha provveduto all’adozione del bilancio di previsione e dei documenti complementari allegati, atti propedeutici alla successiva convocazione del Consiglio comunale per la trattazione e l’approvazione del bilancio di previsione”.

Valeria Tornambè

Pubblicato da Valeria Tornambè

Valeria Tornambe' nata a Sciacca il 27/07/1990 (AG); studentessa universitaria presso la Facoltà di Lettere e Filosofia di Palermo; lavorato presso la Sicom di Sciacca e collaboratrice della testata giornalistica Fatti & Avvenimenti. Da sempre con una passione innata e sfrenata per la scrittura. Scrivere fa bene all'anima, rilassa la mente, aiuta la memoria, mette in ordine i pensieri e fa bene all'umore. Infatti basta prendere in mano una penna e un foglio per far volare in alto la nostra anima, immergendoci dunque in un mondo idilliaco, "tutto nostro " e interagendo con il nostro "io interiore" , vero e profondo. Scrivere è leggere in se stessi, libera l'anima ed è assolutamente gratis! Del resto: che mondo sarebbe senza la scrittura? Un mondo assolutamente privo di sentimenti, di cultura e di amore. La scrittura ci rende essere speciali, unici e ci apre la porta verso la felicità. Coniato il mio motto: "la scrittura è vita."