Crea sito

Caltanissetta. Assenteismo all’asp, dipendenti incastrati da un video: 7 misure cautelari, 18 gli indagati

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La Polizia di Stato ha eseguito sette misure cautelari nei confronti di dipendenti dell’Asp di Caltanissetta con l’accusa di truffa aggravata e 18 in totale gli indagati

L’indagine è partita nel settembre 2019 grazie alla segnalazione di un utente dell’Asp il quale lamentava inefficienza e disorganizzazione all’interno degli uffici. Inoltre era stato segnalato da fonti confidenziali che alcuni dipendenti, dopo aver timbrato il “badge” in ingresso, erano soliti allontanarsi senza alcuna giustificazione.

Gli inquirenti quindi hanno installato alcuni sistemi di videosorveglianza nelle rispettive postazioni “badge” della struttura sanitaria, presso l’accesso principale di via Palazzi e presso l’accesso di via Europa. Nel corso dell’indagine, è stata accertata l’attitudine degli indagati ad assentarsi dal servizio durante il lavoro ed accertato che gli indagati si assentavano dagli orari di lavoro per impegni personali. Una condotta molto grave accertata dall’indagine partita nel settembre 2019.

Gli indagati nell’ambito del procedimento penale in totale sono 18, nei cui confronti sono state contestate diverse condotte di truffa aggravata. Mentre sette di loro sono destinatari delle misure cautelari: C.V.A., assistente amministrativo; A.O.R.M., collaboratore tecnico professionale e D.G.D. coadiutrice amministrativa, nei confronti dei quali è stata disposta la misura cautelare dell’interdizione di tutte le attività inerenti il proprio Ufficio nell’ospedale Vittorio Emanuele di Gela, per la durata di mesi 12.

Misure cautelari anche per R.A., coadiutore amministrativo esperto, G.A.G., assistente amministrativo esperto, C.C.M. collaboratrice amministrativa professionale e G.M., programmatore.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento