Caltanissetta. Compleanno tra amiche finisce a bottigliate in testa: rischiano multa per norme anti-Covid


La lite sarebbe scoppiata tra la festeggiata e la padrona di casa, che arrivati a tarda notte, ha invitato le amiche a tornare a casa loro e porre fine ai festeggiamenti

Ha quasi del surreale la notizia che arriva da Caltanissetta. Quella che doveva essere una spensierata festa tra amiche, si è trasformata a fine serata in una brutta lite culminata in calci, pugni, bottiglie spaccate in testa, sanitari del 118 e forze dell’ordine costrette ad intervenire.

Il fatto è successo martedì pomeriggio a Caltanissetta – zona rossa da ormai 10 giorni – , dove una 50enne ha dato una piccola festicciola in casa propria in onore del compleano di un’amica, al party sarebbero stati appena in quattro. La festa sarebbe però continuata dal pomeriggio fino ad oltre le 3 di notte, ora in cui la padrona di casa si sarebbe detta stanca ed avrebbe chiesto ai presenti ad andare via. Per questo futile motivo sarebbe scoppiata la lite proprio con la festeggiata, degenerata poi in uno scontro fisico con tanto di calci, pugni e addirittura una bottiglia rotta in testa alla stessa festeggiata. A quel punto sono stati chiamati i sanitari del 118 e la Polizia che ha dovuto riportare alla calma le donne furiose e probabilmente un po’ alticce.

Le due donne rimaste ferite avrebbero riparto solo escoriazioni in varie parti del corpo, tra cui testa e viso. Ma la storia rischia di non finire qui dato che tutti i presenti alla festa rischiano adesso anche una salata multa per aver violato le norme anti-covid viggenti.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti