Candidato Sindaco Mangiacavallo mette alla porta FI di Cusumano e Turturici: “Allarmato su discussione assessori”

Matteo Mangiacavallo: “Alcune circostanze verificatesi al momento della scelta delle deleghe assessoriali hanno acceso in me un campanello d’allarme rispetto a ciò che può sicuramente accadere in futuro. E questo futuro, oggi lo posso prevenire. Pertanto la mia decisione irrevocabile è quella di escludere Forza Italia dalla coalizione che mi sostiene”

Sembrerebbe proprio che il lupo perda il pelo, ma non il vizio. Non è un mistero che nell’amministrazione di Francesca Valenti, oltre alle incapacità politiche del sindaco in carica, ci siano state anche altre motivazioni dietro gli azzeramenti, i rimpasti e i rimpastini. Una di queste motivazioni era sicuramente il difficile rapporto con il gruppo del già sen. Nuccio Cusumano.

Fa quindi riflettere che oggi, la Forza Italia di Mario Turturici e Nuccio Cusumano venga esclusa, in modo non proprio pacato, dalla coalizione del Candidato Sindaco Matteo Mangiacavallo e proprio per questioni relative alla scelta delle deleghe assessoriali; per poltrone, insomma.

Di seguito le dichiarazioni di questa mattina di Mangiacavallo in cui spiega le ragioni dietro la sua “decisione irrevocabile”, che nei toni fa trasparire non poco malumore da parte del candidato del centrodestra: “Premetto che sono una persona libera e indipendente e in 50 anni nemmeno mio padre è riuscito a condizionare una mia singola scelta. Oggi vi ho convocati per comunicarvi che non sussistono le condizioni affinché Forza Italia possa apparentarsi con il sottoscritto.

Seppur riconoscente nei confronti di una forza politica che fino a due giorni fa, in una convention pubblica, ha espresso apprezzamento per la mia persona e sostegno per la mia candidatura, alcune circostanze verificatesi al momento della scelta delle deleghe assessoriali hanno acceso in me un campanello d’allarme rispetto a ciò che può sicuramente accadere in un futuro in cui si possa governare insieme. E non posso consentire che nascano impedimenti alla realizzazione di un programma elettorale ambizioso.

E questo futuro, oggi lo posso prevenire. Pertanto la mia decisione irrevocabile è quella di escludere Forza Italia dalla coalizione che mi sostiene.

Io comunque vado avanti. Non esiste un fatto, esistono percezioni giuste o sbagliate che siano. E per prendere decisioni mi basta cogliere gli atteggiamenti per scegliere. E la scelta va fatta oggi e non dopo la campagna elettorale per correttezza nei confronti degli elettori”.

Lascia un commento