Carenza segnaletica stradale, Ambrogio presenta interrogazione


Il consigliere al civico consesso Giuseppe Ambrogio torna a segnalre oggi le ormai cronicizzate carenze di segnaletica stradale alla Perriera.

Ambrogio-Giuseppe

In particolar modo in questo momento, Corso Miraglia risulta completamente deficitario di segnaletica orizzontale e più specificatamente di strisce pedonali, in una strada dove insistono numerose attività commerciali e in tale Via convergono i grandi flussi scolastici dei ragazzi che frequentano gli Istituti della zona. Soventemente si assistono a scene di pedoni che attraversano la strada correndo, poichè non esistendo strisce pedonali, cercano di passare da una parte all’altra della stessa il più in fretta possibile, vista l’alta densità di traffico veicolare, che chiaramente non avendo riferimenti stradali, transitano in modo quasi incurante del pedone.

“Allora sarebbe opportuno che ci si attivasse immediatamente per porre tutti in una situazione di maggiore sicurezza”, esorta Ambrogio.

“Alla stessa maniera, voglio segnalare – continua – che esiste la medesima problematica di segnaletica stradale anche in via Ghezzi, dove molti  veicoli che vi transitano, non avendo segnaletica stadale a terra, tendono soventemente e anche in modo pericoloso, ad invadere la corsia di transito opposta, creando situazioni di pericolo. Grande mancanza di segnaletica esiste proprio allo stop del cavalcavia che porta alla spiaggia di Sovareto e allo stop della strada di fronte ad esso, e lungo tutta la via Ghezzi, completamente spovvista di qualunque segnale a terra.

Auspico – conclude il consigliere – che a stretto giro, si intervenga sia nelle suddette Vie sopra citate, che in tutte quelle strade che ne necessitano, in quanto tutti i cittadini di Sciacca contribuiscono, con il pagamento delle tasse, al funzionamento della macchiana amministrativa e alla distribuzione dei servizi, i quali devono essere equamente distributi in tutte le zone”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.