Catania. “Candelora della Pace”: premiato il giornalista Giacomo Glaviano

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Premiati a Catania con la “Candelora della Pace” il giornalista Giacomo Glaviano ed altre personalità nei vari campi della cultura dalla Associazione “Ideali di Giustizia e Verità”, dedicata a Sant’Agata, eroina della patria e ispirata ai principi dei magistrati Chinnici, Falcone e Borsellino

 

La cerimonia si è svolta nella splendida location della Sala Consiliare di Palazzo degli Elefanti. Per il giornalista di Sciacca si tratta di un ulteriore Premio che si aggiunge ai 20 già ricevuti nel corso della sua attività giornalistica “per l’impegno mostrato verso la cultura siciliana”. Glaviano in proposito ha detto: noi sosteniamo la Sicilia e la scrittrice Privitera, da sempre meritevole per l’impegno mostrato non solo per avere organizzato l’evento moderato da Maurizio Catania, ma che ha donato alla Città di Catania il volume dedicato alla memoria di monsignor Gaetano Zito, dal titolo “Le Candelore seducono il Cuore di S. Agata”, di Cavinato Editore International. Un libro di 340 pagine, con le foto inedite di Mario Cacciola, dove una parte dei proventi verrà divisa in egual misura al restauro delle Candelore e alla Comunità di S. Egidio e i disegni dei gioielli e dei vestiti dedicate alle Candelore.

Un saluto alla patrona catanese dalla Città Metropolitana è stato rivolto dal presidente del Consiglio Giuseppe Castiglione,Riccardo Tomasello, presidente del Comitato Agatino, Giovanni Grasso, presidente della Settima commissione permanente alla cultura e al turismo, e all’autorità ecclesiastica, nella persona di monsignor Gianni Lanzafame.

Relatori d’eccezione il Viceprefetto Rosaria Giuffre’, la giornalista Suor Maia Triliga e Daniela Randazzo, presidente della Fidapa a Catania e Responsabile Area Vista Lions Club- distretto 108 YB Sicilia, che hanno lodato il libro dell’autrice ed il suo operato.

Tra le sorprese alla conferenza stampa, la preghiera delle candelore, recitata dall’attore Puccio Signorino che indossava il sacco per devozione a S. Agata.

Nel corso della premiazione lo chef Natale Spolverino ha illustrato la ricetta del dolce dedicato a Sant’Agata, patrona di Catania, e inserito nel volume di Carmen Privitera “Le Candelore seducono il cuore di Sant’Agata”: parte del ricavato della vendita del libro sarà destinato al restauro delle Candelore e parte alla Comunità di Sant’Egidio.

“In un periodo di crisi e collasso mondiale – commenta l’autrice – dimostriamo per l’ennesima volta che gli italiani sono un grande popolo che si distingue per l’immensa cultura, i sacrifici, la forza. Catania supererà questo periodo più forte di prima, ricordando gli insegnamenti degli avi che affrontavano ogni tipo di catastrofe avendo fiducia in se stessi e credendo nella protezione di S. Agata”.

Questi i Premiati: Maria Antonella Zito, Giuseppe Castiglione, Riccardo Tomasello, Barbaro Scionti, Giovanni Mammino, padre Nino Nicoloso, Gaetano Lanzafame, suor Maria Trigila, Viceprefetto Rosaria Giuffrè, Emiliano Abramo, Giuseppe Blandini, Giovanni Grasso, Angelo Carbone, Lucrezia Dragonetto, Giusi Sanfilippo, Gaetano Rocca, Ugo Longobardo, Ugo Tomaselli, Daniela Randazzo, Ludovica Grosso, Cinzia Giuffrida, Marcello Proietto, Carmelo Giuffrida, Giovanni Magrì, chef Laudani, chef Gianluca Interrante, chef Andrea Finocchiaro, chef Natale Spolverino, chef Dino Catalano, chef Bruno Di Guardo, chef Giovanni Montemaggiore, sindaco di Nicolosi, sindaco di Acicastello, Alfredo Vaccalluzzo, Con “ l’Ave Maria” cantata dal tenore Pietro Di Paola viene premiata alla Sicilianità l’artista Rocca Maria. A fine manifestazione viene donato il “dolce candelora” che gli ospiti hanno portato via. Una ricetta speciale realizzata dallo chef Natale Spolverino, dal pastry chef Dino Catalano e coocking chef Bruno Di Guardo. Si chiude così un evento all’insegna della cultura che segna ancora la nostra amabile terra, toccata da una crisi economica mondiale, ma sempre vigile e onorevole dei talenti siciliani.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti