Catania. Inferno di fuoco: salvate 37persone, case evacuate e distrutto il noto lido “Le Capannine”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Sono 37 le persone salvate ieri dalla guardia di finanza a seguito del vasto incendio che si è propagato nel centro di Catania. Completamente distrutto dalle fiamme il noto stabilimento balneare Le Capannine del lungomare della Plaia

L’unità V818 della sezione operativa navale della Guardia di Finanza di Catania – coordinata dall’unità di crisi della prefettura – ieri, aiutati dai residenti della località “Villaggio azzurro” ha tratto in salvo 37 persone trasportati dalla riva mediante l’uso di gommoni di altre unità navali presenti sul posto, sino a bordo dell’unità navale del Corpo, inoltre 3 pattuglie della Compagnia Pronto impiego sono state impiegate a terra. A causa delle esalazioni e dei fumi, una pattuglia ha prestato soccorso a una persona che manifestava evidenti segni di soffocamento, che è stata accompagnata poi in ospedale.

La situazione che si è presentata agli occhi dei soccorritori, ricordava quella di molti film: intere famiglie, sopratutto nel rione Fossa Creta, hanno tentato di difendere le loro abitazioni aggredite dalle fiamme usando l’acqua di casa e altre sono state costrette a lasciare le abitazioni invase dalle fiamme. Alcuni di loro hanno perso la casa e saranno ospitati nel Palazzetto dello sport di piazza Spedini messo a disposizione dal Comune.

Allo stato attuale, rendono noto i vigili del fuoco, ci sono ancora focolai attivi in fase di messa in sicurezza sempre nella zona dei villaggi, da San Francesco La Rena a Vaccarizzo.

Inoltre le fiamme hanno letteralmente divorato anche il noto stabilimento balneare Le Capannine del lungomare della Plaia. Sui diversi fronti sono stati impegnati numerosi vigili del fuoco. Rinforzi arrivati a Catania anche da altri comandi principali della Sicilia.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti