⦿ Ultim'ora

Cianciana (AG). Accoltella e ferisce gravemente la moglie e i figli di 3 e 7 anni e si barrica in casa 

Un uomo ha aggredito con un coltello la moglie e i figli, di 3 e 7 anni, ferendoli in modo grave e si è poi barricato all’interno della sua abitazione dopo averli fatti uscire da casa. Infine in serata convinto dai carabinieri, si è arreso ed è uscito

Tragedia familiare è avvenuta in una casa popolare nei pressi di piazza Puccini, a Cianciana, piccolo centro dell’agrigentino,a pochi chilometri da Ribera. Secondo quanto al momento ricostruito,Angelo Alba. un meccanico di 35 anni, al culmine di una lite avvenuta tra le mure domestiche, ha accoltellato la moglie Anita e figli Christian e Sarah. Da chiarire i motivi del folle gesto ma, secondo le prime informazioni che dovranno essere confermate dalle indagini, alla base ci sarebbe una paventata separazione tra i coniugi.

Dopo l’aggressione, la moglie nonostante ferita gravemente è riuscita a fuggire portando con se solo il maschietto, poi l’uomo ha fatto uscire la bambina e si è barricato in casa.

La moglie e i figli sono stati soccorsi, la donna è stata ricoverata all’ospedale di Ribera e sarebbe stata operata d’urgenza, mentre le condizioni dei due bambini, Sarah e Cristian sono gravissime. I piccoli sono stati trasferiti in elisoccorso all’ospedale dei bambini di Palermo. Il più grande è stato sottoposto a un delicatissimo intervento chirurgico: una delle coltellate sferrate al torace dal padre avrebbe infatti sfiorato il cuore. Anche la sorellina più piccola, che è intubata e ha un’emorragia cerebrale, è in condizioni disperate.

Sul posto sono arrivati i carabinieri e presumendo che l’uomo potesse essere armato, hanno cinturato la zona, fatto evacuare l’area, pronti anche a fare irruzione in casa.

Data la gravità della situazione sono arrivati anche il comandante provinciale dei Carabinieri, il colonnello Nicola De Tullio, oltre il procuratore di Sciacca, Roberta Buzzolani. Presenti il personale sanitario e i Vigili del Fuoco che hanno posizionato sotto la casa un carro telo per scongiurare un tentativo di suicidio. Infine i militari dell’Arma hanno avviato una trattativa e in serata sono riusciti a convincere l’uomo a consegnarsi.