Crea sito

Colonnine al porto. Opposizione: “Traguardo raggiunto grazie alla giunta Bono”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

“Ancora una volta il lavoro della precedente compagine di governo della città ha permesso a chi oggi amministra di tagliare il traguardo”.

sciacca-porto

Così oggi l’opposizione consiliare saccense che ricordando la Giunta Bono precisa: “quella stessa ex compagine di governo cittadino, che in questi anni è stata citata solo per essere attaccata e dileggiata, talvolta in modo inaccettabile”.

“L’adozione del regolamento comunale per l’utilizzazione delle colonnine per l’erogazione idrica ed elettrica al porto di Sciacca costituisce il giusto e naturale completamento di un investimento istruito e fortemente voluto dalla precedente amministrazione di centro sinistra, il cui lavoro incessante dei suoi esponenti locali, con in testa il collega On. Vincenzo Marinello, ha consentito ieri all’attuale giunta di trovarsi in eredità un importante insediamento infrastrutturale ritenuto indispensabile al rilancio di un comparto, quello della nostra marineria, che da anni rivendica più servizi e maggiore attenzione da parte delle istituzioni del territorio”.

“Queste le ragioni che ci hanno portato a votare favorevolmente ad una proposta che, a buon diritto, sentiamo anche nostra; ma non si è trattato di un si acritico e silente; grazie ad un nostro emendamento infatti il regolamento approvato dal consiglio è stato modificato nella parte disciplinante le modalità di concessione del cosiddetto transponder agli armatori richiedenti, introducendo procedure che garantiranno un’assoluta oggettività nella valutazione delle singole richieste, scongiurando il rischio che la troppa discrezionalità generasse le solite corsie preferenziali, facendo ancora una volta figli e figliastri; grazie al nostro intervento tutto questo non accadrà e chiunque presenterà istanza sarà certo che sarà trattato al pari di tutti gli altri soggetti richiedenti.

Ancora una volta dunque abbiamo confermato il nostro profilo di opposizione rigorosa, – dicono PD, Sciacca Democratica, Sel e l’indipendete Frigerio – ma ragionata e responsabile, con un solo obiettivo in testa: il bene pubblico”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •