⦿ Ultim'ora

Conferenza pace Svizzera: bozza presentata con solo 3 dei 10 punti chiesti da Kiev per dissenso di alcuni dei soli 90 partecipanti

Prima ancora di cominciare la prossima conferenza internazionale di pace sull’Ucraina che si terrà in svizzera è già “un’anatra zoppa”

Il vertice di pace, che si terrà in Svizzera sabato e domenica, è incentrato sull’attuazione del piano del pace in 10 punti proposto dall’Ucraina e ai circa 90 partecipanti che hanno aderito sui 160 invitati, sarà presentata una bozza di dichiarazione congiunta che conterrà solo 3 dei 10 punti in agenda per la contrarietà di alcuni dei Paesi partecipanti e tra i punti tagliati c’è l’appello al ritiro delle truppe russe dal territorio ucraino. lo riporta Nhk World-Japan, il braccio internazionale dell’emittente pubblica giapponese Nhk.

Il governo svizzero ieri ha annunciato che si prevede la partecipazione di 90 Paesi e organizzazioni sui 160 invitati e oltre alla Russia – non invitata-  non ci darà la Cina e tutti i Paesi dell’area BRICS . La Nhk ha ottenuto una bozza della dichiarazione congiunta, che menziona solo tre dei 10 punti della formula di pace proposta da Kiev: la sicurezza delle centrali nucleari, la sicurezza alimentare e il rilascio di tutti i prigionieri e del ritorno dei bambini ucraini trasferiti in Russia.

Il documento non menziona le richieste di ritiro delle truppe russe dall’Ucraina, né il ripristino dell’integrità territoriale del Paese, sottolinea l’emittente. Fonti diplomatiche hanno affermato che il ritiro delle truppe russe e altre disposizioni richieste dall’Ucraina non sono state incluse nella bozza di dichiarazione, per l’opposizione di alcuni Paesi asiatici e mediorientali con economie in rapida crescita che mantengono legami con la Russia. La bozza di dichiarazione congiunta afferma inoltre che tutte le parti dovrebbero essere coinvolte nel raggiungimento della pace e sottolinea l’importanza della partecipazione della Russia alle discussioni