⦿ Ultim'ora

Continuano le ricerche  dei 3 giovani dispersi trascinati dalla piena del Natisone in Friuli

Sono ancora n corso le ricerche dei vigili del fuoco e dei carabinieri dei tre ragazzi trascinati via dalla furia dell’acqua, ma le speranze di trovarli ancora in vita sono minime

In Friuli-Venezia Giulia tre persone, un ragazzo e due ragazze, sono state travolte dalla piena del fiume Natisone, nella strada di Ipplis nel Comune di Premariacco (Udine). I tre di età tra i 20 e 25 anni, nel primo pomeriggio di ieri avevano imprudentemente deciso di fare una passeggiata nel greto del torrente Natisone, nei pressi del ponte Romano, a Premariacco, in provincia di Udine e si sono fermati su un isolotto in mezzo al fiume, quando a causa della pioggia si è ingrossato. I giovani hanno quindi chiesto aiuto e nell’attesa, per evitare di essere trascinati si sono stretti ed abbracciati per porre più resistenza alla furia dell’acqua,  ma quando i vigili del fuoco sono arrivati sul posto non sono riusciti a recuperarli e la furia della corrente li ha trascinati via.

Sul posto arrivati vigili del fuoco di Udine, carabinieri di Cividale e carabinieri di Udine. Le ricerche sono state affidate all’elicottero Drago dei vigili del fuoco oltre all’elisoccorso doppio India. Non avendo il tempo di poter allestire una diversa modalità di salvataggio, i pompieri si sono ancorati sull’autoscala e si sono calati dal ponte per cercare di raggiungere i tre giovani. Hanno anche lanciato delle funi nella loro direzione. Quando i ragazzi si sono sciolti dall’abbraccio per cercare di attaccarsi alle funi, la furia dell’acqua li trascinati via. Ad uno ad uno, il ragazzo e le due ragazze sono transitati a pochi centimetri dalle corde: hanno allungato le mani, hanno annaspato cercando di tirare fuori la testa dall’acqua, ma proprio in quel frangente la corrente ha accelerato e sono spariti. Un drappello di persone ha assistito, impotente, a una scena che difficilmente scorderà e che è stata immortalata dagli smartphone, estratti dalla tasca nella speranza di inquadrare il lieto fine.

Le ricerche continuano, ma le speranze di ritrovare vivi i tre ragazzi sono praticamente azzerate, considerate le condizioni estreme ed anche la temperatura bassissima del torrente sin da quando li ha travolti. Si tratta di una ragazza di 20 anni, figlia di genitori rumeni, residente a Campoformido (Udine), nata a Colleferro (Roma); l’altra ragazza, di 23 anni, era invece giunta tre giorni fa dalla Romania per far visita ai genitori che abitano a Udine, poi sarebbe tornata in Romania. Il ragazzo, di 25 anni, che conduceva l’auto, abita in Austria ma è domiciliato a Udine.