⦿ Ultim'ora

Cremlino: “Pericolose” le parole di Macron e Cameron che potrebbero mettere a rischio l’intero sistema  di sicurezza europea

Pericolose e preoccupanti le affermazioni di ieri del presidente francese Emmanuel Macron su un possibile intervento francese in Ucraina e quelle odierne del ministro degli Esteri britannico, David Cameron, secondo il quale l’Ucraina potrebbe usare le armi britanniche contro obiettivi all’interno della Russia se volesse

La ha detto oggi il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov in un’intervista rilasciata all’Economist, nella quale Macron non ha escluso l’invio di truppe francesi in Ucraina in determinate circostanze. “Questa è una dichiarazione molto importante e molto pericolosa”, ha detto Peskov, “La Francia, attraverso il suo capo di Stato, continua a parlare della possibilità di un suo coinvolgimento diretto sul campo nel conflitto in Ucraina”.

 Il portavoce del Cremlino, ha poi parlato di Cameron che ieri ha promesso tre miliardi di sterline (3,74 miliardi di dollari) di aiuti militari annuali all’Ucraina “per tutto il tempo necessario”, aggiungendo che Londra non ha alcuna obiezione all’uso delle armi all’interno della Russia. Dmitry Peskov, ha definito queste dichiarazioni “pericolose e preoccupanti” e ha affermato che “potrebbero mettere a rischio l’intero sistema dell’architettura di sicurezza europea”.