⦿ Ultim'ora

Crosetto: “L’iniziativa in Svizzera dimostra che per la pace in Ucraina bisogna coinvolgere i Brics e il Sud del mondo”

“L’iniziativa in Svizzera dimostra che ci si sta muovendo. Ma la forza di un’iniziativa di pace non è determinata solo dalla volontà, ma anche dagli attori coinvolti. Dobbiamo coinvolgere i Brics, il Sud del mondo. India, Cina, Arabia Saudita, Brasile, Sud Africa”

Lo ha detto il ministro della Difesa Guido Crosetto in un’intervista su Avvenire, aggiungendo che “Non basta che a volere un tavolo sia una delle parti in conflitto o l’Occidente, tra l’altro percepito dalla Russia come il nemico, Con l’Onu moribonda e paralizzata dai veti – aggiunge Crosetto – deve muoversi una comunità internazionale che davvero rappresenti i popoli del mondo. Coinvolgiamo in una strategia condivisa i principali attori globali. Non basta l’Occidente”.

Crosetto poi precisa che:  “L’Ucraina non potrà mai accettare una proposta del genere, – riferendosi alla proposta di Pace di Putin – che come ho detto prima sarebbe la fine del diritto internazionale e l’inizio della fine del mondo. Non è lo stato di fatto determinato dal più forte, da chi aggredisce, che può diventare il nuovo equilibrio”, ha detto il ministro della difesa, aggiungendo che rispetto alla proposta di Putin. “Ci vuole la politica, la politica nasce per fermare le armi – continua – Coinvolgiamo in una strategia condivisa i principali attori globali. Non basta l’Occidente”.