Da lunedì Sicilia in zona gialla: Speranza ieri sera ha firmato l’ordinanza


La Sicilia da lunedì prossimo, come ampiamente previsto, torna in zona gialla. L’annuncio è stato dato dal ministro della Salute, Roberto Speranza, che nella serata di ieri ha firmato l’ordinanza

“Ho appena firmato una nuova ordinanza che porta la Sicilia in zona gialla. È la conferma che il virus non è ancora sconfitto e che la priorità è continuare ad investire sulla campagna di vaccinazione e sui comportamenti prudenti e corretti di ciascuno di noi”. Queste le parole del ministro della Salute, Roberto Speranza, dopo avere firmato l’ordinanza.

Il passaggio dalla zona bianca alla zona gialla già qualche settimana era nell’aria ed è stato dovuto al superamento degli indicatori che regolano l’ingresso nelle zone a rischio. I dati del contagio in Sicilia monitorati dall’Iss-ministero della Salute, ci dicono che nell’isola abbiamo un tasso di occupazione delle terapie intensive al 12,1% (contro la soglia del 10%), occupazione posti letto in area medica non critica del 19,4% (contro il 15% di soglia) e incidenza a 7 giorni (20-26 agosto) più alta di tutta Italia con 200,7 casi per 100mila abitanti contro la soglia di 50. Dati che hanno causato il cambio di colore.

Ma vediamo nei fatti cosa cambia. In realtà le nuove restrizioni anti-Covid, sono poche e saranno limitati all’uso della mascherina anche all’aperto e al tetto dei 4 commensali al tavolo dei ristoranti. Dunque niente coprifuoco e cinema, teatri musei, e sale da concerto resteranno aperti con gli attuali obblighi di sicurezza.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti