Favara. Poliziotto salva bimba di 4 anni che non respirava più dopo avere ingoiato cubetto di ghiaccio

Una bimba di 4 anni è salva grazie all’intervento di un poliziotto che con la manovra di Heimlich le ha fatto espellere un cubetto di ghiaccio che aveva ingoiato

Foto archivio

È accaduto nella serata di giovedì 21 luglio scorso in una pizzeria di Favara nell’agrigentino. Un poliziotto dell’Ufficio Volanti di Agrigento libero dal servizio, mentre si trovava in pizzeria con la propria famiglia, ha notato nel tavolo a fianco una signora allarmata perché la figlia di quattro anni dopo avere ingerito un cubetto di ghiaccio da un bicchiere che era sul tavolo, non riusciva più a respirare.

Il poliziotto ha immediatamente capito che la situazione era critica e ha deciso di intervenire. L’agente, in possesso di un attestato BLSD, ha quindi afferrato la bambina, ormai nel pieno di una crisi respiratoria e con le labbra in evidente stato cianotico, ed ha iniziato a praticare la manovra di Heimlich nel tentativo di farle espellere il cubetto di ghiaccio.

Dopo diversi tentativi, e alcuni attimi di apprensione, la bambina è riuscita finalmente ad espellere il cubetto di ghiaccio ingerito e a riprendere a respirare regolarmente, riacquistando colorito in volto.

Quando i presenti nel locale hanno capito che la bambina era oramai fuori pericolo, si sono complimentati con il poliziotto per averla salvata.

Lascia un commento