⦿ Ultim'ora

Filippo muore a 45 anni nel bagno di casa colto da un malore improvviso. Procura dispone l’autopsia

Un malore improvviso che non gli ha dato scampo, lo avrebbe colto mentre era in bagno: Filippo, amante degli animali è morto a soli 45 anni

E’ successo a cavallo della notte tra sabato e domenica, sul colle Ardizio, in via Luigi Pirandello a Pesaro. La vittima di una morte improvvisa è Filippo Gasperini di 45 anni, commerciante ambulante, che abitava poco lontano dai familiari. Secondo quanto ricostruito, i genitori lo hanno chiamato più volte al cellulare, ma il figlio continuava a non rispondere, così preoccupati, hanno dato l’allarme. Poco dopo sul posto è arrivata un’ambulanza del 118, una pattuglia dei carabinieri e una squadra dei vigili del fuoco, che dopo avere forzato la porta, sono entrati nell’abitazione e riverso nel bagno di casa hanno trovato il 45enne ormai privo di vita, morto presumibilmente a causa di un malore improvviso.

Secondo i primi accertamenti il decesso risalirebbe a qualche ora prima del ritrovamento, avvenuto a cavallo della notte tra sabato e domenica. Per chiarire le cause del decesso la procura ha disposto l’autopsia sulla salma.

La notizia della morte di Filippo “Filo” Gasperini ieri mattina è rimbalzata rapidamente  negli ambienti legati al mondo del volontariato che si occupa degli animali randagi. Uno choc per “Le primule di Eva” , alcune componenti conoscevano bene il 45enne: “Sensibile, particolare e con un cuore grande”.  Filippo Gasperini, infatti, oltre ad essere un commerciante ambulante, era soprattutto un grande appassionato di animali, di gatti in particolare, con un ruolo attivo in quel microcosmo che è il mondo dei volontari, che si impegnano dare una famiglia a chi è randagio o ad aiutare chi ha perso il proprio amico a quattro zampe.

In tanti nella giornata di ieri hanno postato un ricordo di Filippo che quando c’era da aiutare qualche animale in difficoltà era sempre presente. “Quando mi chiedono chi te lo fa fare di passare le giornate a catturare, curare, salvare gli animali, il più delle volte gatti – scriveva – io gli rispondo facendoli vedere una foto, la foto di una piccola gattina nera trovata a Loreto nel motore di un’auto e che ora dorme felicemente adottata con la sua nuova padroncina di cinque anni”.