⦿ Ultim'ora

Fini condannato 2 anni e 8 mesi per la vendita casa di Montecarlo e 5 anni alla moglie Elisabetta Tulliani 

I giudici della Quarta sezione penale del Tribunale di Roma, hanno condannato l’ex presidente della Camera Elisabetta Tulliani, a due anni e otto mesi per riciclaggio nel processo sull’acquisto della famosa casa di Montecarlo

Nello stesso processo condannata a cinque anni Elisabetta Tulliani, moglie di Fini e a sei anni ciascuno al padre e al fratello della donna, Sergio e Giancarlo Tulliani. Nell’udienza dello scorso 18 aprile l’accusa aveva chiesto otto anni per Fini, nove anni per la moglie e dieci per il suocero e il cognato.

Fini ha subito commentato: “L’unica cosa che ha impedito di assolvermi è l’autorizzazione alla vendita dell’appartamento, che, è del tutto evidente, non è stata da me autorizzata. Me ne vado più sereno di quello che si può pensare dopo sette anni di processi. Ricordo a me stesso che per analoga vicenda una denuncia a mio carico fu archiviata dalla procura di Roma” ed ha aggiunto: “Dopo tanto parlare, dopo tante polemiche, tante accuse, tanta denigrazione da un punto di vista politico sono responsabile di cosa? Di aver autorizzato la vendita. Non mi è ben chiaro in cosa consista il reato“.

La vicenda che si trascina da anni,  riguarda la compravendita di un appartamento in boulevard Princesse Charlotte 14 nel principato di Monaco, lasciato in eredità dalla contessa Annamaria Colleoni ad Alleanza Nazionale (l’allora partito di Fini) e acquistato da Giancarlo Tulliani nel 2008 per poco più di trecentomila euro. Secondo l’accusa, la casa fu pagata con denaro di provenienza illecita appartenente a Francesco Corallo, imprenditore del settore delle slot machine. Lo stesso immobile, rivenduto nel 2015, fruttò un milione e 360mila dollari. Inizialmente il procedimento vedeva coinvolte anche altre persone, compreso lo stesso Corallo e l’ex senatore Amedeo Laboccetta, entrambi arrestati nel 2016.