⦿ Ultim'ora

Francia. Le Pen stravince le Europee e Macron scioglie Parlamento e indice le elezioni per il 30 giugno e il 7 luglio

La Francia svolta a destra, Rassemblement National, secondo gli exit poll, con 31,5%. ha surclassato gli avversari e Macron manda il Paese al voto il 30 giugno e il 7 luglio

Rassemblement National il partito di Marine Le Pen e del suo delfino Jordan Bardella, secondo le stime di Ipsos per France Televisions, Radio France, France 24/Rfi, Public Senat/Lcp, .è in testa alle elezioni Europee con il 31,5% delle preferenze.

la candidata della maggioranza del presidente Emmanuel, Macron, Valérie Hayer, si fermerebbe al 15,2% mentre Raphaël Glucksmann (Partito socialista-Place publique), otterrebbe il 14. La France insoumise guidata da Manon Aubry avrebbe l’8,7% mentre François-Xavier Bellamy (Les Républicains) si aggiudicherebbe il 7,2 %. Marion Maréchal (Reconquête), otterrebbe il 5,5%. Seguono Marie Toussaint (Europe Ecologie-Les Verts) con il 5,2%. L’affluenza è in crescita al 52,5%, 2 punti in più rispetto al 2019. Le destre vincono anche in Germania e Austria.

Il presidente francese, Emmanuel Macron,  a seguito del crollo elettorale della sua maggioranza, inaspettatamente, ha annunciato lo scioglimento dell’Assemblea nazionale. Lo ha riferito Bfmtv, precisando che il capo dell’Eliseo ha annunciato che le elezioni legislative si terranno il 30 giugno ed il ballottaggio 7 luglio.

Marine Le Pen ha commentato l’esito delle europee in un post su ‘X’ :“Collocando la lista del Rassemblement National a un livello storico, i francesi hanno inviato un messaggio molto chiaro a un potere macronista che, voto dopo voto, si sta disintegrando: non vogliono più una costruzione europea tecnocratica e sempre più brutale che nega la sua storia, si fa beffe delle sue prerogative fondamentali e che si traduce in una perdita di influenza, identità e libertà”, ha affermato Le Pen . “Siamo pronti a esercitare il potere, pronti a mettere fine a questa immigrazione di massa, a fare del potere d’acquisto una priorità, siamo pronti a rilanciare la Francia”, ha poi affermato Le Pen dopo la decisione del presidente Macron, di sciogliere il Parlamento.

Con il risultato dell’Rn “sopra il 32%, i francesi ci hanno appena assegnato il dato più alto tra tutti i partiti in 40 anni”, ha dichiarato Le Pen, che ha “accolto con favore” la decisione di Macron. “Il voto dei francesi è definitivo: il presidente, rispondendo all’appello di Jordan Bardella, ha appena annunciato il ritorno dei francesi alle urne tra poche settimane”, ha aggiunto Le Pen.

Il presidente del Rassemblement National, Jordan Bardella ha commentato: “Il divario senza precedenti tra la maggioranza presidenziale e il principale partito di opposizione riflette una sconfessione feroce e un chiaro rifiuto della politica del presidente Emmanuel Macron e dal suo governo. Il Presidente della Repubblica non può rimanere sordo al messaggio. Chiediamo solennemente a Macron che è indebolito di organizzare nuove elezioni legislative”.