⦿ Ultim'ora

Gaza. Israele spara anche sulla Croce Rossa: Bombe colpiscono vicino alla sede: 25 i morti e 45 feriti

“La sede della Croce Rossa a Gaza, circondata da centinaia di civili sfollati che vivono in tende, è stata colpita dai bombardamenti e si contano 25 morti e 45 feriti”

Lo rende nota il Comitato internazionale della Croce Rossa, in una dichiarazione su X. “Sparare così pericolosamente vicino alle strutture umanitarie mette a rischio la vita di civili e operatori umanitari”, aggiunge il post. Nel comunicato si legge che 25 vittime e 45 feriti sono stati portati al vicino ospedale da campo della Croce Rossa.

I parenti delle vittime hanno raccontano di una prima raffica cui sarebbe seguita una seconda, uccidendo le persone che uscivano dalle tende.  La Croce Rossa ha condannato il lancio di “proiettili di grosso calibro” a pochi metri dall’ospedale. È in quest’area, subito fuori dalla città di Rafah, che si è formata una tendopoli dove vivono anche molti membri del personale dell’ospedale.

“Proiettili di grosso calibro sono atterrati a pochi metri dall’ufficio e dalle residenze del Comitato internazionale della Croce Rossa”, ha aggiunto il Comitato Internazionale della Croce Rossa (CICR). “L’attacco ha danneggiato la struttura dell’ufficio del CICR, che è circondato da centinaia di civili sfollati che vivono in tende”, ha aggiunto l’organizzazione.

Attacchi israeliani sulla tendopoli vicino a un ospedale da campo della Croce Rossa. Testimoni: “Dopo una prima raffica, una seconda mentre gli sfollati uscivano dalle tende”

Il ministero della sanità nel territorio, controllato da Hamas, ha confermato il bilancio di 25 morti e almeno 45  feriti nell’area di Al-Mawasi, non lontano da Rafah. Un portavoce delle forze di difesa israeliane ha detto che quanto accaduto sarebbe “sotto revisione”.