⦿ Ultim'ora

Gaza. Tank avanzano verso Rafah, e Biden nonostante i proclami invia un altro miliardo di armi a Israele

L’esercito israeliano sta “invitando” i palestinesi di molti quartieri di Rafah ad evacuare e nel mentre continua ad ammassare truppe e are incursioni, incurante delle minacce americane di non inviare armi, sicuri che tali rimarranno

“Per la vostra sicurezza, dovete immediatamente evacuare”, ha detto il portavoce dell’esercito in arabo, Avichai Adraae, a i residenti dei quartieri di Al Karama, Salatin e Al Zuhor, nel nord della Striscia di Gaza, mentre l’esercito israeliano (idf), con tank e truppe, continua ad entrare sempre più nelle zone abitate della parte orientale della città di Rafah, nel sud della Striscia.

L’amministrazione Biden è consapevole che Israele ha ammassato un grande numero di soldati intorno a Rafah, pronti per effettuare un’incursione su vasta scala,  in aperta sfida a Joe Biden, forse perché consapevole che il presidente americano “abbaia ma non morde”.

Ed infatti il Congresso ha approvato la vendita di armi per un miliardo di dollari a Israele. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali la decisione di procedere fa emergere che l’amministrazione Biden non ha alcuna intenzione di rompere con il premier israeliano Benyamin Netanyahu. Per la precisione, il pacchetto dovrebbe includere 700 milioni di dollari di munizioni per carri armati, 500 milioni di dollari di veicoli tattici e 60 milioni di colpi di mortaio. 

L’esercito israeliano (idf), con tank e truppe, già nei giorni scorsi era entrato nel quartiere di Jneina ed ora è avanzato oltre aggiungendo il quartiere di Brzail e la parte occidentale della Salah a-Din, una delle maggiori arterie. Le stesse fonti hanno citato, testimoni sul posto secondo cui si sono scontri e i tank israeliani sono stati visti sulla George street a Jneina.