⦿ Ultim'ora

Giorgia. Approvata legge contro “organizzazioni che promuovono interessi di potenza straniera”: Polizia arresta manifestanti

La polizia antisommossa ha arrestato diverse decine di manifestanti che protestavano contro l’approvazione della legge sugli agenti stranieri e tentavano di aprire i cancelli per entrare nel palazzo del parlamento nel centro di Tbilisi

Lo riferisce un corrispondente della TASS. La situazione è stata stabilizzata, ma diverse decine di manifestanti restano ancora davanti al palazzo del parlamento mentre la polizia è stata dispiegata nelle strade circostanti.

Nella serata di ieri mercoledì 1 maggio,  un migliaio di persone si sono radunate per una manifestazione di protesta davanti al palazzo del parlamento. A un certo punto la manifestazione si è trasformata in scontri con la polizia. Alcuni manifestanti si sono avvicinati all’unico ingresso del parlamento in via 9 aprile e hanno iniziato ad aprire i cancelli. La polizia antisommossa nel cortile dell’edificio ha risposto con gas lacrimogeni, gas al peperoncino e getti d’acqua. Contro la polizia sono stati lanciati sassi, bottiglie e petardi.

Il parlamento georgiano dopo la seconda lettura ha approvato il disegno di legge sulla trasparenza dell’influenza straniera, al quale l’opposizione e i diplomatici occidentali si oppongono in quanto la ritengono un ostacolo all’integrazione del paese nell’Unione europea. 

Il partito al governo Sogno Georgiano-Georgia Democratica ha annunciato all’inizio di aprile di aver deciso di ripresentare il disegno di legge in parlamento un anno dopo che un’iniziativa simile aveva scatenato proteste di massa, costringendo le autorità ad abbandonare il disegno di legge. Il testo approvato è identico a quello dell’anno scorso, ad eccezione del termine “agente di influenza straniera” che è stato cambiato con il termine “organizzazione che promuove gli interessi di una potenza straniera”.