Il Consiglio dei ministri scioglie il consiglio comunale di Vittoria: “accertate ingerenze delle criminalità organizzata”


La delibera è stato proposta direttamente dal ministro Salvini

Il Consiglio dei ministri ha deliberato oggi, su proposta del ministro dell’Interno Matteo Salvini, lo scioglimento del consiglio comunale di Vittoria, in provincia di Ragusa, per accertate ingerenze sull’amministrazione locale da parte della criminalità organizzata.

Il provvedimento è stato adottato a seguito delle inchieste sulle infiltrazioni della criminalità nei più importanti settori produttivi della centro ragusano. Adesso, il Governo invierà al Comune dei commissari che garantirano l’amministrazione per un periodo di almeno un anno e mezzo con la possibilità di proroga.

Decaduto quindi il sindaco Giovanni Moscato, ma contro lo scioglimento governativo il sindaco e i consiglieri comunali possono ancora fare ricorso alla magistratura amministrativa.

Nella stessa seduta il Consiglio dei Ministri ha anche approvato in via definitiva, sempre su proposta del ministro, un regolamento sulla riorganizzazione di alcuni uffici delll’amministrazione dell’Interno. Il provvedimento introduce modifiche circoscritte all’assetto del dipartimento della Pubblica sicurezza.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti