Infermiera in aspettativa con la 104, trovata in vacanza a Santo Domingo: denunciata


Aveva chiesto all’Ospedale un’aspettativa usufruendo della legge 104 per assistere i genitori malati, ma se ne era andata in vacanza a Santo Domingo.

tribunale-marsala

Un altro caso dei “furbetti della 104, che utilizzano le legge per farsi i propri comodi.

È successo a Marsala e protagonista della vicenda è Teresa Ragusa, un infermiera 42enne, palermitana. La donna, per la quale è stato chiesto il rinvio a giudizio, aveva motivato la richiesta di aspettativa per il periodo tra l’1 dicembre 2015 e il 31 gennaio 2016, attestando che i suoi genitori “vivono soli a Palermo” e che, trattandosi di “persone anziane con problemi di salute”, avevano bisogno della sua assistenza.

Ma dall’indagine condotta dalla sezione di pg della Guardia di finanza della Procura diretta da Vincenzo Pantaleo è emerso che l’infermiera, dall’8 dicembre 2015 al 19 gennaio 2016, è stata in “viaggio di piacere” con il marito (ex carabiniere) a Santo Domingo.

È quindi scattato il reato di falso materiale per induzione, che la Procura marsalese ha contestato all’infermiera del reparto di Nefrologia dell’Ospedale “Borsellino” di Marsala. Dalle prove acquisite, pare che la donna dopo avere chiesto e ottenuto due mesi di aspettativa senza stipendio “per gravi motivi familiari” ha trascorso una buona parte di questo periodo (6 settimane) in vacanza a Santo Domingo.

Per Teresa Ragusa, il sostituto procuratore Niccolò Volpe, ha quindi chiesto il rinvio a giudizio. Il gup Francesco Parrinello ha fissato la prima udienza preliminare per l’1 dicembre. L’Asp di Trapani, intanto, potrebbe avviare un procedimento disciplinare che potrebbe portare anche al licenziamento dell’infermiera.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti