⦿ Ultim'ora

Israele-Hamas: ieri scambio prigionieri svolto regolarmente, pronta lista ostaggi da liberare oggi, si lavora per nuova tregua

Oggi mercoledì 29 novembre è il sesto e potenzialmente ultimo giorno di tregua, ma si lavora per estenderlo, ma Israele frena: non oltre domenica 3 dicembre


Ieri lo scambio alla fine tuuto si è svolto come da accordi, Hmas ha rilasciato 12 ostaggi, di cui 10 israeliani e 2 stranieri e Israele ha liberato 30 prigionieri palestinesi. Tra donne e minori. Hamas ha rilasciato gli ostaggi alla Croce rossa che li trasferiti in Egitto, attraverso il valico di Rafah, da qui hanno fatto rientro in patria e hanno incontrato i familiari in diversi ospedali. Con la loro liberazione sale a 85 (61 i civili israeliani) il numero degli ostaggi rilasciati negli ultimi cinque giorni nell’ambito dell’accordo tra Hamas e Israele. Gli ostaggi israeliani liberati nelle ultime ore sono Gabriela Leimberg (59 anni) Mia Leimberg (17 anni) Clara Marman (63 anni) Tamar Metzger (78 anni) Ditza Hayman (84 anni) Norlin Babdila (60 anni) Ada Sagi (75 anni) Ophelia Edith Roitman (77 anni) Rimon Kirsht (36 anni) e Merav Tal (53 anni).

L’ufficio del primo ministro Benjamin Netanyahu ha dichiarato di aver ricevuto una lista con i nomi degli israeliani rapiti che Hamas che dovrebbe rilasciare, oggi che è l’ultimo giorno di tregua, ma da più parti sono in corso sforzi diplomatici per prolungarla, anche se il governo Israeliano non sarebbe comunque disposto a estendere il cessate il fuoco oltre domenica 3 dicembre, come ha riportato ieri Haaretz, citando fonti in Qatar, dove sono in corso colloqui tra il capo del Mossad David Barnea, il capo della Cia William Burns e il primo ministro del Qatar.

Ci sarebbe invece la disponibilità di Hamas ad estendere la tregua, ha dichiarato un membro dell’ufficio politico del gruppo militante si legge sulla Cnn. Ghazi Hamad ha detto che Hamas sta usando tutte le carte che ha nei negoziati.