⦿ Ultim'ora

Kiev: russi alle porte di Vovchansk ormai quasi una nuova Bakhmut. Rimasti 200-300 residenti su 17mila

La città di Vovchansk nella regione di Kharkiv si sta “trasformando” in Bakhmut o Maryinka a causa dei continui attacchi aerei dei russi. Le truppe di Kiev sono impegnate in intensi combattimenti e nella città sono rimaste solo poche centinaia di residenti

Lo ha dichiarato il capo della polizia della regione nordorientale ucraina, Volodymyr Tymoshko, citato da Rbc-Ucraina. Negli ultimi tre giorni Vovchansk “ha sofferto come non soffriva dal 2022”, ha affermato, aggiungendo che i russi utilizzano un gran numero di bombe aeree guidate per attaccare la città. “Si tratta di bombe del peso di 250 o anche 500 kg, che possono demolire un edificio a più piani. In un certo senso, Vovchansk si sta trasformando in Bakhmut o Maryinka”, ha detto Tymoshko.

Il governatore regionale, Oleh Suniehubov, della città di Vovchansk oggi ha riferito che nella nella città sono rimaste solo 200-300 residenti e la polizia sta lavorando per sgomberarli mentre le truppe di Mosca continuano ad avanzare nel tentativo di circondarla da tre direzioni. La città, la cui popolazione prebellica era di 17mila abitanti si era già ridotta a soli 2.500 prima che la Russia rinnovasse il suo assalto di terra la scorsa settimana. Secondo le autorità locali, il destino di Vovchansk potrebbe rispecchiare quello di Bakhmut e Avdiivka, città ucraine dove i feroci combattimenti e le tattiche di terra bruciata costrinsero gli ucraini a ritirarsi.

Funzionari e soldati locali, attribuisco questa disfatta a fortificazioni mal costruite e carenza di munizioni che hanno permesso alla Russia di avanzare nell’area la scorsa settimana. Secondo il progetto di monitoraggio open source DeepState, nel giro di 2 giorni Mosca ha conquistato circa 106 chilometri quadrati di territorio e almeno 7 villaggi, la maggior parte dei quali già spopolati. Si tratta di un’avanzata significativa che potrebbe bloccare le forze ucraine nel nord-est mentre continuano i pesanti combattimenti nella regione di Donetsk.