Lamorgese autorizza anche la spagnola “Aita Mari” a sbarcare 108 immigrati a Trapani: 16 sono contagiati da covid


Il ministro Luciana Lamorgese come ormai da prassi apre i porti italiani a chiunque ne faccia richiesta, anche la spagnola Aita Mari ieri sera è stata autorizzata a far sbarcare i 108 clandestini a bordo: 16 sono contagiati da covid

L’equipaggio della Aita Mari, imbarcazione della ong spagnola Salvamento Maritimo Humaniario, tramite il solito twitt ha annunciato che il ministro dell’Interno, competente in materia, ha assegnato il porto di Trapani per sbarcare i 108 clandestini che ha bordo, di cui 20 sono minori dichiarati.  16 Soggetti  e non otto, comunicato in un primo momento sarebbero risultati positivi al Sars-Cov2.

La nave da circa 5 giorni stazionava davanti la costa del ragusano, pensando forse di potere attraccare nel solito porto di Pozzallo, ieri sera invece è arrivato si l’ok allo sbarco, ma nel porto di Trapani. La decisione probabilmente è stata presa perché Pozzallo è oltre ogni limite di capienza.

La nave Aita Mari già ieri sera si è messa in viaggio verso Trapani, dove l’arrivo era previsto per la  prima mattinata di oggi, ma le pessime condizioni meteo del momento in Sicilia hanno rallentato l’arrivo avvenuto introno alle 14. Subito dopo sono iniziate le operazioni di sbarco con le procedure previste dal protocollo sanitario.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti