Crea sito

Lentini (SR). Arrestato uno dei killer di Greco grazie allo scooter abbandonato: ignoto il movente dell’agguato

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

È stato identificato grazie allo scooter abbandonato durante la fuga uno dei due presunti assassini di Sebastiano Greco

L’agguato mortale è avvenuto sabato scorso, in via delle Spighe a Lentini in provincia di Siracusa. Quella mattina, intorno alle 9.30, il 52enne Sebastiano Greco si trovava in via delle Spighe davanti il panificio “degli angeli”, quando due uomini a viso scoperto sono arrivati a forte velocità a bordo di uno scooter ed hanno esploso i primi tre colpi di pistola in direzione della vittima, che era fermo davanti la sua Renault Clio bianca. I presenti hanno chiamato l’ambulanza del 118 che ha trasportato il 52enne, gravemente ferito all’addome in ospedale, dove però poco dopo il ricovero è deceduto.

Secondo gli investigatori, in considerazione dei bossoli ritrovati sull’asfalto, i killer dopo i primi tre colpi che hanno raggiunto Greco all’addome, ne hanno esploso altri tre e poi si sono diritti verso via Conte Alaimo. Infine all’altezza di piazza Regina Elena sono stati rinvenuti altri tre bossoli sul marciapiede, segno che durante la fuga i killer potrebbero aver sparato ancora in aria.

Inoltre nelle vicinanze del luogo dell’agguato gli investigatori hanno ritrovato due pistole e dei guanti, oltre allo scooter abbandonato, utilizzato per fuggire. Ed è stato proprio grazie allo scooter che i carabinieri sono risaliti a Sasha Antony Bosco, che è stato arrestato. Al momento non è chiaro il movente dell’agguato, ma pare che all’origine possa esserci una banale lite. L’inchiesta è coordinata dalla Procura di Siracusa.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.