Crea sito

Mandracchia(SEL): “Sosteniamo il SI al referendum contro le trivellazioni”

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

trivelle“La tutela e la difesa del nostro mare e della nostra costa contro l’invasione delle piattaforme petrolifere deve essere una battaglia di tutti”.

Così oggi il consigliere di SEL Paolo Mandracchia: “Deve essere sostenuta dalle istituzioni, dai partiti politi, dalle associazioni, dall’istituzione scolastica, dalla Città tutta. Il rischio di compromettere l’ambiente marino, la nostra economia basata sulla pesca, sul turismo, per le attuali e prossime generazioni è grandissimo.

Il nostro futuro di Città turistica e con una flotta peschereccia tra le più importanti d’Italia non può essere mese in discussione dal business di pochi speculatori che sono riusciti ad ottenere le autorizzazioni di ricerca da parte del Ministero dell’Ambiente.

Alcuni sostengono che il petrolio possa “sbloccare l’italia” e addirittura sono state semplificate le procedure di rilascio ma tutto ciò va in contrasto con quelle che sono le risorse naturali del nostro territorio.

Il Referendum del prossimo 17 aprile sarà determinante e non dovrà essere un motivo di scontro politico anche perché già nella passata consiliatura vi fu una presa di posizione netta e unanime di tutte le forze politiche presenti e anche questa consiliatura non si sottrarrà alla difesa del nostro mare.

Oggi più di ieri vi è la necessità di sensibilizzare la collettività a prendere coscienza di quanto potrà avvenire nelle acque dei nostri lidi, è una battaglia per i nostri figli che rappresentano il futuro.

Il testo del referendum chiederà ai cittadini: “Volete che, quando scadranno le concessioni, vengano fermati i giacimenti in attività nelle acque territoriali italiane anche se c’è ancora gas o petrolio?”. Il quesito riguarda solo la durata delle trivellazioni già in atto entro le 12 miglia dalla costa, e non riguarda le attività petrolifere sulla terraferma, né quelle in mare che si trovano a una distanza superiore alle 12 miglia dalla costa (22,2 chilometri)

Se vincerà il SI, sarà abrogato l’articolo 6 comma 17 del codice dell’ambiente, che prevede estrazioni fino a quando il giacimento lo consente. La vittoria del SI, inoltre, bloccherà tutte le concessioni per estrarre il petrolio entro le 12 miglia dalla costa italiana”.

Il consigliere invita la Presidenza del Consiglio Comunale di Sciacca a inserire all’O.d.g. della prossima conferenza dei Capi gruppo l’argomento, con l’obiettivo di coinvolgere tutti nella battaglia a favore del “SI” al Referendum del 17 aprile prossimo.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •