Mandracchia(SI): “Comune vicino al dissesto finanziario”


“L’esperto assessore alle finanze e bilancio del Comune di Sciacca, durante i lavori d’aula, si arrende e dichiara che le misure correttive richieste dalla Corte dei Conti non sono state efficaci perché l’amministrazione non è riuscita a scardinare il sistema burocratico del Comune di Sciacca”.

Paolo-Mandracchia

In sintesi la colpa è della burocrazia. È fin troppo semplice avere governato per quattro anni e mezzo e dichiarare che se le cose non sono andate per il verso giusto la responsabilità è dei Dirigenti, Funzionari e Impiegati.

Così oggi il consigliere Paolo Mandracchia che ha continuato dicendo: “I saccensi devono sapere che coloro i quali avrebbero dovuto risanare i conti del Comune ci lasceranno con un dissesto finanziario nascosto sotto la cenere. Hanno fatto ricorso alle anticipazioni di cassa in maniera smisurata, nel 2015 il comune aveva chiesto anticipazioni per quasi 10.000.00 di euro. Dall’avvento della Giunta di Paola le anticipazioni hanno prodotto il pagamento d’interessi che hanno superato 700.000 euro, bisogna aggiungere che solo per il primo semestre 2016 i Saccensi hanno pagato 170.000 euro d’interessi. Prima che scadrà il mandato, raggiungeremo cifre inimmaginabili.

Una giunta che vuole risanare i conti, oltre ad evitare il pagamento d’interessi dovrebbe puntare a incassare i tributi locali (Tarsu-tari-Ici-Imu), anche su questo fronte la resa è totale.

Non è stato potenziato l’ufficio tributi né con risorse umane né con strumentazione e programmi che agevolerebbero le verifiche. Ci sono 7.500.000 di euro di tributi locali da incassare fino al 2015 ai quali si aggiungeranno i circa 2.000.000 del 2016. Questo risultato negativo è la prova di quanto inefficace sia stata l’azione politica dell’Amministrazione Comunale e di quei sostenitori che ancora oggi tentano di nascondere la testa sotto la sabbia.

Bisogna ricordare che i tagli dei trasferimenti dello Stato e della Regione sono stati compensati con l’aumento della tassazione locale. Infatti, nel 2008 gli incassi complessivi (tasse locali+stato+regione) ammontavano a 22.316.049 euro, nel 2014 euro 22.649.941 e nel 2015 euro 21.414.876.

L’amministrazione Di Paola ha portato avanti il proprio progetto politico incurante della situazione economico/finanziaria del Comune, saremo accusati ancora una volta di mistificare la realtà, purtroppo, la consistenza dei numeri dice che il nostro ente si avvicina sempre più al baratro del dissesto finanziario, evitato fino a oggi solo grazie alle entrate straordinarie e non ripetitive”.


Pubblicato da Sean Gulino

Giornalista Direttore responsabile di Fatti&Avvenimenti. Nato a Partinico (PA), ma saccense. Ha sempre vissuto a Sciacca, dove fin da giovanissimo si è appassionato alla politica locale. Scrive da quando aveva 17 anni, scrive di tutto perché "così è giusto che sia". Ha scritto principalmente per il giornale ControVoce di Sciacca e per il Fatti&Avvenimenti, ma suoi articoli sono apparsi anche sui quotidiani La Valle dei Templi.net, LinkSicilia (MeridioNews), La Voce di New York e tanti altri giornali agrigentini, regionali, nazionali ed internazionali. Da Gennaio 2017 è corrispondente italiano per la rivista francese Lumieres Internationales Magazine. Scrittore a tempo perso. E' anche uno studente di Giurisprudenza. Coltiva da anni la passione della musica e del canto ed ha una sua band. Non chiedetegli cosa voglia fare da grande, perché non lo sa.