⦿ Ultim'ora

Media: “Pezzi di ricambio per elicotteri e aerei russi comprati dalle fabbriche in Ucraina anche durante la guerra”

A riportarlo è Vazhnye Istorii, un’agenzia di stampa indipendente russa citata oggi dai maggiori media ucraini filo-governativi: dopo quasi due anni di guerra scoppia la polemica a Kiev

Un elicottero MI-17 delle Forze Speciali russe

I pezzi di ricambio utilizzati per riparare gli aerei e gli elicotteri militari russi sono stati importati da diverse fabbriche ucraine, anche durante la guerra in corso, ossia tra gennaio 2022 e luglio 2023. Sembra assurdo, ma lo riportano oggi sia il Kyiv Independent che la Pravda Ucraina, entrambe filo-governativi ucraini, entrambi citando un’indagine pubblicata dall’agenzia di stampa russa indipendente Vazhnye Istorii – Important Stories.

Secondo quanto riferito dal media indipendente russo, i dati doganali mostrano che Avia FED Service, un rivenditore di ricambi aeronautici con sede a Mosca, ha fornito al settore aeronautico militare russo ricambi per 650 milioni di rubli, ossia 7,3 milioni di dollari o 6,7 milioni di euro al cambio attuale. I pezzi di ricambio riguarderebbero i modelli di elicotteri KA-32, Mi-8 e Mi-17, nonché gli aerei Antonov An-124, An-24 e An-12.

Important Stories hanno valutato che oltre la metà del valore totale di queste parti, circa 4,2 milioni di dollari, proveniva dalle fabbriche in Ucraina. Questa cifra include tra gli altri anche 1,4 milioni di dollari di pezzi di ricambio per la riparazione di aerei da trasporto Antonov An-124, comprati dall’industria metallurgica “FED” di Kharkiv.

Important Stories ha affermato che la Russia rappresenta circa il 70% delle vendite della società, ma l’impianto “ufficialmente ha interrotto tutte le consegne alla Russia” nel 2014, a seguito dell’annessione russa della Crimea e del Donbass.

L’indagine ha inoltre dimostrato che altre fabbriche hanno fornito parti di ricambio all’esercito russo, incluso il produttore di motori aeronautici Motor Sich di Zaporizhzhia il cui presidente, Viacheslav Bohuslaiev è stato arrestato a ottobre 2022 dal governo ucraino per tradimento e collaborazione con la Russia, insieme a Oleg Dzyuba, ex capo dell’attività economica estera di Motor Sich.

Anche il Kharkiv Aggregate Design Bureau, le fabbriche “Radar” e “Artem” di Kiev e aziende in Francia, negli Stati Uniti e nel Regno Unito sembrano aver consegnato pezzi di ricambio alla Russia, è scritto nel rapporto di Important Stories.

Avia FED Service – fornitrice dell’apparato bellico statale russo e della Rostec – avrebbe usato una società intermediaria registrata negli Emirati Arabi Uniti per importare forniture dall’estero tra il 2022 e il 2023, ha riferito Important Stories.Interessante il fatto che, sempre secondo il report citato dai media ucraini, sia il manager che il proprietario della società di intermediazione con sede negli Emirati Arabi Uniti sembrano essere ucraini. Il proprietario, interpellato, ha negato che la sua azienda abbia mai fornito merci alla Russia.

I dati doganali mostrano che l’ultima volta che una consegna è stata inviata dalla società intermediaria negli Emirati Arabi Uniti è stato a gennaio 2023. Il direttore di Avia FED Service, Alexander Reshetnik, ha dichiarato a Important Stories che le parti di fabbricazione ucraina sono state acquistate dalla sua azienda prima del febbraio 2022 ed erano state semplicemente “conservate all’estero”.

All’inizio del 2023, un nuovo fornitore intermediario in Kirghizistan avrebbe iniziato a inviare le consegne, riferiscono i media. Il Kiev Independent ha specificato che quanto riportato non ha trovato conferma in modo indipendente.