Menfi (AG) . Quattro gattini la loro mamma e un cane sono stati avvelenati da balordi: indagano carabinieri e polizia municipale

Ancora una strage di animali in Sicilia: quattro gattini di poche settimane, la loro mamma e un cane di razza jack russel sono stati avvelenati e uccisi da balordi

I gatti e cani avvelenati

Il ritrovamento delle carcasse è avvenuto tra venerdì 6 maggio e domenica 8 maggio, in via Fazzello, a Menfi in provincia di Agrigento. A raccontare i tragici fatti è stata Valentina, una giovane che da anni si occupa di sfamare gli animali in difficoltà del quartiere, attività che a quanto pare non è gradita a qualche residente e che potrebbe avere “armato” la mano dei balordi autori del vile gesto.

Il primo ritrovamento, quello relativo ad uno dei quattro gattini partoriti proprio nel garage di Valentina, è avvenuto venerdì scorso, la ragazza infatti aveva deciso di lasciare li la famigliola per consentire alla mamma di allattarli in luogo che sembrava sicuro. Il primo ritrovamento però era sembrato figlio del caso, ma poche ore dopo anche gli altri tre fratellini e la mamma sono stati trovati morti.

A quel punto il sospetto che si trattasse di avvelenamento e non di casualità è arrivato immediato, poi confermato dalla successiva morte di “Cannella”, il cagnolino di razza jack russel di Valentina, che viveva con lei da quattro anni. Il cane infatti nonostante la corsa dal veterinario è morto per avvelenamento, pare ucciso da un veleno potentissimo, difficilmente reperibile nel libero commercio.

Sulla barbara uccisione indagano i Carabinieri e la Polizia Locale, nella speranza di risalire ai balordi autori del barbaro gesto.

Lascia un commento