Crea sito

Migranti, 50 sbarcati dalla Asso30 sono risultati positivi al Covid oltre ad altri 21 sbarcati ad Augusta dalla Aita Mari

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Una cinquantina dei 232 clandestini che erano a bordo della nave Asso Trenta, sbarcati ieri a Porto Empedocle, sono risultati essere positivi al Covid-19, stessa cosa per 21 dei 102 clandestini delle Aita Mari sbarcati ad Augusta

La nave “Asso trenta” che lavora a supporto delle piattaforme dell’Eni, sabato 20 febbraio ha recuperato 232 clandestini nel canale di Sicilia oltre ad un morto e il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese l’ha autorizzata a farli sbarcare a Porto Empedocle, dove ieri mattina li ha fatti sbarcare.

A seguito dello sbarco come da prassi vengono eseguiti tutti controlli anti covid previsti dal protocollo, a seguito dei quali, una cinquantina di clandestini sono risultati positivi al covid-19 e sono stati imbarcati – insieme a tutti gli altri adulti – sulla nave quarantena “Allegra” dove dovranno osservare il periodo di sorveglianza sanitaria. I minorenni invece sono stati trasferiti al centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana, sempre nell’agrigentino.

Sempre nelle giornata di ieri, la Ong spagnola Aita Mari, ha sbarcato 102 clandestini recuperati nel Canale di Sicilia ad Augusta e anche in questo caso 21 di loro sono risultati positivi al Covid.

Come disposto dai protocolli sanitari, dopo i tamponi i migranti sono stati trasferiti sulla nave quarantena Rhapsody che si trova ormeggiata ad Augusta, tranne i 16 minori non accompagnati, che sono stati portati al centro di accoglienza di Pozzallo. Uno di loro è stato ricoverato in ospedale per ustioni.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti

Lascia un commento