Crea sito

Migranti. Lamorgese assegna il porto di Messina alla Ong spagnola Aita Mari che oggi ha sbarcato 158 persone

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Powered by Rock Convert

La ong spagnola Aita Mari, stamattina è arrivata nel porto di Messina: a bordo aveva 158 migranti di varie nazionalità africane

Due giorni fa il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, titolare del Viminale, dopo la richiesta dell’equipaggio della ong spagnola Aita Mari, ha puntualmente – come sempre – assegnato un porto sicuro alla nave e nella rotazione ha scelto Messina per fare sbarcare le 158 persone recuperate nel mediterraneo.

Stamattina intorno alle 7, la nave è arrivata nel molo Norimberga del porto della città dello stretto, dove ha trovato ad accoglierla il servizio di sicurezza predisposto in questi casi ed ha iniziato le operazioni di sbarco dei 158 migranti, tra cui 90 uomini, 17 donne e 51 minori.

I 158 partiti dalla Libia, sono di nazionalità varie e provenienti da: Nigeria, Cameroon, Mali, Egypt, Ghana, Gambia, Sierra Leone, Senegal, Morocco, Guinea., Bangla Desh, Kongo, Ivory Coast, Tougo, Benin, Burkina Faso.

Puntuale il commento della ong: “158 esseri umani, nostri fratelli e sorelle possono finalmente trovare una terra di pace dopo tanta sofferenza”.

Continua dunque senza interruzione la politica del governo di fare sbarcare chiunque lo chieda a prescindere dalla nazionalità a cui fa riferimento la nave ed alla vicinanza del porto sicuro in cui si trovava al momento de soccorso.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Debora Ranzetti

Pubblicato da Debora Ranzetti

Debora Ranzetti, romana, avvocato ma blogger per passione. Non ha partiti ne tessere, amante delle battaglie impossibili, il cui motto è: “non mi piego, ma a spezzarmi non ci penso nemmeno”. Scrive quello che pensa, senza filtri, ma sempre nel rispetto delle regole. Animalista, ambientalista, inquieta e sempre di corsa, ma pronta a fermarsi se qualcuno è in difficoltà.