⦿ Ultim'ora

Mosca: “Abbattuti 4 missili Atacms americani lanciati da Kiev sulla Crimea”

Anche i missili Atacms come tutte le altre armi che l’occidente ha fornito a Kiev non cambieranno l’esito della guerra: nella notte i sistemi di difesa aerea russi ne hanno abbattuto  4 lanciati sulla Crimea

Quattro missili Atacms lanciati dalle forze ucraine sulla Crimea. Lo ha reso noto sul suo canale Telegram il ministero della Difesa di Mosca, secondo cui “La notte scorsa è stato fermato un tentativo del regime di Kiev di condurre un attacco terroristico con missili tattici americani contro obiettivi nel territorio della Federazione russa”. lo riporta Notizie RIA.

La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, proprio ieri aveva avvertito che qualsiasi attacco alla Crimea sarebbe stato seguito da una risposta schiacciante. Zakharova ha aggiunto che Kiev e i suoi padroni occidentali, contando sull’effetto della propaganda, stanno escogitando piani per nuovi attacchi terroristici contro obiettivi in ​​Russia prima del Giorno della Vittoria.

Alla fine di aprile, il capo di stato maggiore della difesa britannico, ammiraglio Tony Radakin, in un’intervista al Financial Times, ha espresso la fiducia che le truppe ucraine utilizzeranno armi a lungo raggio, compresi i missili ATACMS trasferiti loro dagli Stati Uniti, per attaccare il territorio russo. Washington considera le regioni di Crimea, DPR, LPR, Kherson e Zaporozhye, divenute parte della Russia, “territorio sovrano ucraino” all’interno del quale le forze armate ucraine possono utilizzare i missili tattici operativi ATACMS, ma per Mosca la Crimea è territorio russo  ed un attacco in quest’aria avrà una risposta “schiacciante”.