⦿ Ultim'ora

Mosca: dall’inizio della guerra distrutti 600 aerei di Kiev e 1.300 lanciarazzi multipli

Le truppe russe dall’inizio dell’operazione militare speciale in Ucraina, hanno distrutto 600 aerei da guerra ucraini, 274 elicotteri e 1.300 lanciarazzi multipli 

Lo ha riferito ieri, giovedì 16 maggio il ministero della Difesa russo. Lo riporta la Tass. “Complessivamente, dall’inizio dell’operazione militare speciale sono stati distrutti i seguenti obiettivi: 600 aerei da guerra, 274 elicotteri, 24.111 veicoli aerei senza pilota, 521 sistemi missilistici terra-aria, 16.053 carri armati e altri veicoli corazzati da combattimento, 1.300 razzi multipli lanciatori, 9.607 cannoni e mortai di artiglieria da campo e 21.753 veicoli a motore militari speciali”, ha affermato il ministero in una nota.

Sempre ieri, le forze russe hanno colpito la formazione neonazista Kraken dell’esercito ucraino e mercenari stranieri nell’area di Kharkov, uccidendo circa 205 soldati, ha riferito il ministero aggiungendo che “Le unità del Gruppo tattico Nord continuano ad avanzare in profondità nelle difese nemiche e a causare vittime alla formazione nazionalista Kraken, alla Legione Straniera e alla 125a brigata di difesa territoriale e della 15a squadra di guardie di frontiera nelle aree vicine agli insediamenti di Dergachi, Liptsy e Volchansk nella regione di Kharkov Inoltre, sono stati respinti due contrattacchi nelle aree vicine agli insediamenti di Staritsa e Glubokoye nella regione di Kharkov”.

Il ministero precisa che le perdite dell’esercito ucraino nella direzione di Kharkov nelle ultime 24 ore ammontano a 205 membri del personale, tre carri armati, due veicoli corazzati da combattimento, otto veicoli a motore, un sistema di artiglieria semovente Krab da 155 mm di fabbricazione polacca, un obice D-30 da 122 mm e un Lanciarazzi multiplo BM-21 Grad da 122 mm.