⦿ Ultim'ora

Mosca: iniziate esercitazioni con armi nucleari tattiche a un passo dai confini ucraini con missili Iskander e gli ipersonici Kinzhal

La Russia è passata ai fatti ed ha iniziato la prima fase delle esercitazioni con prove pratiche sulla preparazione e l’uso di armi nucleari non strategiche

Lo ha annunciato il ministero della Difesa russo. Il 6 maggio scorso, il ministero della Difesa preannunciava preparativi per le esercitazioni militari che avrebbero incluso l’utilizzo di “armi nucleari non strategiche” a fronte di quelle che descrive come “dichiarazioni e minacce provocatorie” da parte di “funzionari occidentali.

Ieri nell’ambito delle esercitazioni, le formazioni missilistiche del Distretto Militare Meridionale hanno iniziato a mettere a punto i preparativi per il lancio dei missili del sistema tattico-operativo Iskander. Il personale delle unità aeree delle forze aerospaziali russe equipaggerà gli aerei con le armi, tra cui i Kinzhal ipersonici, con cariche speciali e si dirigerà verso le aree di pattugliamento.

Le manovre, che si svolgono nel distretto meridionale russo, vertono sui sistemi missilistici a corto raggio Iskander e gli ipersonici Kinzhal, che vengono montati a bordo dei caccia MiG-31. L’addestramento, immortalato dai fotogrammi pubblicati dai media russi, mira a “mantenere la prontezza delle truppe e delle unità che utilizzano armi nucleari non strategiche per reagire e garantire pienamente l’integrità territoriale e la sovranità dello Stato russo in risposta a dichiarazioni provocatorie e minacce arrivate da alcuni funzionari occidentali”.