⦿ Ultim'ora

Mosca, sventati in Crimea attacchi terroristici alle strutture ferroviarie: 5 persone arrestate

L’FSB ha sventato una serie di attacchi terroristici contro impianti ferroviari in Crimea organizzati da Kiev reclutando cinque residenti. sostenitori del regime di Kiev, che sono stati arrestati

Lo riporta Ria Novosti, secondo quanto riferito dal Centro operativo centrale dell’FSB.
“L’FSB ha impedito una serie di sabotaggi e atti terroristici pianificati dai servizi speciali ucraini negli impianti di trasporto ferroviario della Repubblica di Crimea. Per effettuare attacchi terroristici, la direzione principale dell’intelligence del Ministero della difesa ucraino ha selezionato e reclutato cinque residenti della Crimea sostenitori del regime di Kiev”, ha riferito il servizio speciale.

Gli agenti raccoglievano e trasmettevano al nemico informazioni sull’ubicazione e sui movimenti dell’esercito russo, l’ubicazione delle strutture di difesa aerea e del complesso di carburante ed energia, dati sull’organizzazione della sicurezza e della difesa del ponte di Crimea, la preparazione di depositi e il trasporto di ordigni esplosivi. Inoltre progettavano di effettuare attacchi terroristici sui binari ferroviari in diverse regioni della Crimea e di paralizzare la circolazione dei treni, compresi i treni militari.

Secondo il dipartimento, il comando generale dei criminali è stato svolto da un cittadino russo nato nel 1970, che ha riportato ferite mortali a causa della detonazione di un IED quando è stato rimosso da un nascondiglio in Crimea; Il resto dei sabotatori sono stati arrestati ed hanno confessato e stanno collaborando attivamente alle indagini.

Nelle abitazioni dei sabotatori sono stati rinvenuti quattro IED costituiti da detonatori elettrici e bricchetti di esplosivo al plastico SI-4, ciascuno del peso di circa un chilogrammo, un fucile d’assalto AK-74, una pistola TT, una mitragliatrice Degtyarev, cartucce di vari calibri e componenti di armi, nonché apparecchiature di comunicazione, che confermano i loro contatti con i servizi segreti ucraini”, ha aggiunto l’FSB.

Uno degli arrestati ha confessato che: “Il nostro interlocutore ucraino mi ha inviato le coordinate del punto esatto della ferrovia in cui  piazzare gli esplosivi sotto la rotaia, farla esplodere, fermare il treno – e poi sarebbe stato effettuato un attacco missilistico”.  Altri due terroristi hanno confessato informazioni simili sui piani per far saltare in aria la ferrovia, insieme ad un attacco missilistico. Uno di loro ha osservato che tali attacchi terroristici avrebbero dovuto avvenire in diverse regioni della Crimea.