Musumeci firma L’ordinanza: da oggi si può attraversare lo Stretto senza super green pass

“Dalle 14 di oggi è consentito anche ai passeggeri privi di #greenpass rafforzato, diretti verso la Penisola, di attraversare lo Stretto di #Messina con i traghetti. La disposizione resta vigente fino alla cessazione dello stato di emergenza. La stessa facoltà è riconosciuta agli abitanti delle Isole minori siciliane”

“Ho appena firmato l’ordinanza, decorse inutilmente le 24 ore dall’ultimo appello al ministro della Salute Roberto Speranza, dopo quello rivolto il 5 gennaio al premier Draghi”

E’ quanto scrive il Presidente della Regione Nello Musumeci sulla sua pagina Facebook ed aggiunge: “Il provvedimento è adottato al fine di garantire e salvaguardare la continuità territoriale, l’accesso e l’utilizzo dei mezzi marittimi di trasporto pubblico per l’attraversamento dello Stretto di Messina nonché per i collegamenti da e per le Isole minori siciliane”.

“Ai soggetti che si avvalgono delle navi aperte per i collegamenti marittimi nello Stretto di Messina a bordo di autovetture o di altro mezzo di trasporto – continua Musumeci – è fatto divieto di abbandonare il mezzo medesimo per tutto il tempo della traversata. Se si tratta invece di pedoni, gli stessi sono obbligati a permanere negli spazi comuni aperti delle imbarcazioni, restando al contrario inibito l’accesso ai locali chiusi. In ogni caso, è fatto obbligo per tutti i passeggeri di mantenere indossata, per tutto il periodo di permanenza a bordo dei suddetti mezzi di trasporto marittimo, una mascherina Ffp2″.

Il presidente poi conclude: “Poniamo fine così a un’assurda ingiustizia ai danni soprattutto dei passeggeri siciliani. Una norma discriminatoria del governo centrale al quale abbiamo fatto appello già da due settimane, affinchè si rimediasse. È assurdo che nella Penisola ogni cittadino privo di vaccino possa spostarsi da una Regione all’altra, mentre per passare dalla #Sicilia alla #Calabria si debba esibire il certificato verde. Sanno tutti che non sono mai stato generoso con i no vax, ma qui si mette in discussione persino l’appartenenza della Sicilia al resto d’Italia. Voglio sperare che anche il collega Roberto Occhiuto della Regione Calabria – al quale ho preannunciato la mia iniziativa – intenda adottare lo stesso provvedimento. Roma deve smetterla di apparire arrogante o distratta verso i diritti dei siciliani”.

Il presidente dunque ha mantenuto quanto detto ed ha firmato un’ordinanza che oltre che ripristinare la legalità, ridà dignità a tutti i siciliani.

AGGIORNAMENTO

Anche il Presidente della Regione Calabria ha firmato un provvedimento analogo, quindi la continuità territoriale è stata ripristinata.

 

Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti