Neo mamma incinta al 9 mese si vaccina, alla visita medica scopre che la bimba era morta: indagano i carabinieri


Una tragedia si è verificata nel casertano: una donna incinta al nono mese che aveva fatto il secondo ciclo del vaccino, ha perso la sua bimba che aveva in grembo. Indagini in corso

È accaduto San Prisco, piccolo centro in provincia di Caserta. Una neo mamma al nono mese di gravidanza ed in attesa di partorire, il 9 ottobre scorso si reca dal ginecologo di fiducia riferendogli che 48 ore, dopo, lunedì 11 ottobre, avrebbe avuto la seconda dose del vaccino Pfizer. La somministrazione era stata concordata visto che la prima non aveva dato effetti collaterali.

Martedì 12 ottobre la donna insieme al marito si reca dal ginecologo per l’ultima visita di controllo prima del parto, ma il professionista si accorge che qualcosa non va e chiede l’intervento del 118 che in ambulanza trasporta la gestente prima in ospedale e poi, forse intuendo il dramma, trasferita presso una clinica dove è stato eseguito un parto cesareo con la scoperta che la bimba era morta già in grembo.

Il padre della bambina si è quindi recato dai carabinieri ed ha sporto denuncia. Sono stati proprio i militari della caserma Calatina a informare l’autorità giudiziaria, dando il via all’indagine dopo aver acquisito la cartella clinica. Sulla salma della piccola è stato effettuato l’esame autoptico, i cui risultati saranno depositati tra 60 giorni.

Tutta la vicenda è al vaglio degli inquirenti. Resta da capire se la somministrazione del vaccino sia o meno correlata alla morte della bambina. Tra le ipotesi c’è quella della trombosi al cordone ombelicale ma soltanto il lavoro dei periti potrà fare luce su cosa è davvero accaduto.


Redazione

Pubblicato da Redazione

Redazione di Fatti&Avvenimenti